Quix: un unico bookmarklet per eseguire numerose operazioni e crearne di personalizzate.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Quix I bookmarklet sono particolari segnalibri che possono integrare innumerevoli funzioni nel browser, senza richiede l’installazione di un add-on, e quindi senza occupare risorse preziose. Per installarli basta trascinarli sulla barra dei segnalibri o preferiti, e da quel momento saranno sempre pronti per l’utilizzo.

Ne esistono per ogni genere di azione. Postare un articolo su Twitter o Facebook, scaricare video da YouTube, eseguire ricerche speciali, convertire pagine web in PDF, e tanto altro ancora.

A differenza dei comuni bookmarklet, Quix integra non uno, ma una serie di funzioni tutte utilizzabili da un solo ed unico collegamento.

Con un click sul bookmarklet e l’inserimento del relativo comando, si possono eseguire ricerche su tutti i principali motori di ricerca, aggiungere segnalibri su Delicious, condividere la pagina sui social network, accorciare gli URL, ecc, ma la vera particolarità di Quix consiste nella possibilità di creare comandi personalizzati usando URL, JavaScript e fogli di stile.

Quix-Cerca-su-Google

I comandi sono tutti semplici da inserire e facili da ricordare. Ad esempio, per eseguire una ricerca su Google utilizzando come query il testo selezionato, è sufficiente digitare  il comando “g”.

I comandi non si limitano ad operazioni di base, ma includono anche strumenti utili a SEO, webmaster, sviluppatori web e blogger che utilizzano WordPress.

Quix-Comandi

Sul sito ufficiale Quix trovate tutte le istruzioni per creare un comando personalizzato, mentre per scoprire i comandi di cui è già dotato (80 circa) basta digitare “help” nella casella o raggiungere la pagina delle sintassi sul sito.

Quix può essere trascinato nella barra dei preferiti di qualunque browser web.

Rispondi