AVG Rescue CD: kit per riparare Windows quando non vuole più avviarsi normalmente.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

AVG_Rescue_CD Quando il sistema operativo viene gravemente compromesso da un virus, e non c’è nessun modo per avviare Windows e tentare di debellare l’infezione con i metodi comuni, l’unica nostra via d’uscita che possiamo tentare prima della formattazione è quella di utilizzare un Rescue CD, ovvero un kit di strumenti che può operare al di fuori del sistema operativo avviandosi da Live CD come una distro Linux.

AVG Rescue CD è proprio uno di questi toolkit sviluppato da AVG, la stessa azienda che sta dietro al popolare antivirus. Gli strumenti di cui dispone, ci permettono di riparare le macchine che non possono più essere avviate normalmente per colpa di un infezione profondamente radicata.

AVG Rescue CD integra una versione portable di AVG Anti-Virus che può eseguire la scansione delle unità collegate al sistema e rimuovere i virus che hanno causato il disastro. Il toolkit è disponibile in versione Live CD oltre che in quella per drive flash USB.

Caratteristiche di AVG Rescue CD:

  • Un completo kit di strumenti di amministrazione.
  • Midnight Commander – un funzionale file manager.
  • Registry Editor – un editor del Registro di sistema.
  • TestDisk – potente strumento per il recupero del disco rigido e del Master Boot Record.
  • Ping – per verificare la disponibilità delle risorse di rete (server, domini, indirizzi IP).
  • Scansione e rimozione di virus e spyware.

Strumenti_AVG_Rescue_CD

AVG Rescue CD è completamente gratuito, e come vi dicevo, è disponibile in due versioni, quella in formato ISO per la masterizzazione su CD,  e l’altra in un archivio RAR contenente i file per l’utilizzo da drive flash USB. Entrambe hanno dimensioni di 70 MB circa.

Download: Rescue CD (versione CD)
Download: Rescue CD (versione USB)

Nota: Per la versione USB, è necessario estrarre il contenuto in una chiavetta USB e quindi eseguire il file makeboot.bat che provvederà a rendere il drive USB avviabile.

Rispondi