Trova gli hotspot pubblici con WaiFi.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

WaiFi-Hotspot Chi di tanto in tanto si reca all’estero per lavoro, o anche solo per una vacanza, conosce bene il piacere di imbattersi in un hotspot pubblico e mediante esso accedere ad Internet con il proprio smartphone o portatile e navigare gratuitamente.

I punti di accesso gratuiti, oltre i confini del Bel Paese, sono più comuni di quanto ci si possa immaginare, quindi non sorprendetevi se in una spiaggia semi deserta di un remoto angolo del globo, vedete comparire sullo schermo del dispositivo la notifica della scoperta di una rete Wi-Fi pubblica.

In Italia le cose sono un tantino diverse, e la mancanza di hot-spot pubblici è il risultato della fatidica legge Pisanu che nel tentativo di impedire ai terroristi di comunicare via Internet in anonimato, ha solo contribuito ad aumentare il digital divide nel nostro Paese.

Finalmente chi governa ha preso atto che il provvedimento è del tutto anacronistico, e si sta muovendo per togliere i paletti messi nel 2007. L’abrogazione del provvedimento, potrebbe far crescere in modo esponenziale il numero di hot-spot pubblici sul territorio nazionale, a tutto vantaggio del progresso del Paese, anche sotto il punto di vista del turismo.

Intanto, anche se molto limitati, alcuni hot-spot pubblici nelle nostre città ci sono, basta solo sapere dove cercare.

Se non volete girare tutta la città prima di trovare un hotspot pubblico, potete servirvi di WaiFi, un mashup che utilizza le mappe di Google per mostrare i punti di accesso disponibili, fornendo anche alcune informazioni su di esso.

WaiFi-trova-Hotspot-pubblici

Una volta arrivati sulla homepage di WaiFi, la mappa determinerà automaticamente la vostra posizione. Ciò avviene mediante l’indirizzo IP del vostro computer, e quindi la rilevazione potrebbe non essere perfetta. Poco male, perché possiamo navigare nella mappa con i soliti comandi che utilizziamo su Google Maps.

WaiFi può essere utile anche se avete intenzione di fare un viaggio all’estero, e volete pianificare per bene le gite.

Per finire, il servizio può essere migliorato dagli utilizzatori stessi, cosi se per caso trovate un hot-spot pubblico non segnalato sulla mappa, con un click su Add wifi hotspot potete facilmente aggiungerlo alla mappa, il che tornerà utile per voi e per gli altri utenti.

Nella speranza che presto spuntino come funghi hotspot pubblici, per il momento WaiFi è un utile servizio che può aiutarvi a trovare i pochi ad oggi disponibili.

Per chi invece vuole trovare tutti gli hotspot, anche quelli a pagamento, allora deve avvalersi di JiWire Hotspot Finder.

One Comment

  1. mirco ha detto:

    ciao, io uso questo motore di ricerca http://www.wifihotspot.it che consulto anche con l’IPHONE… sono tutti hotspot italiani free.

Rispondi