Windows 7 sarà venduto anche su flash drive USB.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Windows 7 Drive USB Microsoft oggi ha avviato il programma di Upgrade e le pre-ordinazioni (solo in USA) di Windows 7, per ora non si hanno ancora dati su quale sia stato l’impatto, ma CNET riporta una novità riguardante la distribuzione del sistema.

Abbiamo visto come sarà la custodia delle varie versioni di Windows 7, e cosa ci sarà al suo interno, ma sembra che la Microsoft stia valutando la possibilità di vendere Windows 7 su unità flash, e questo per contribuire a rendere più facile l’installazione sui netbook, e su altri tipi di PC che non sono dotati di lettore CD / DVD.

Anche se non è ufficiale l’annuncio, credo che a Redmond farebbero bene a prendere in considerazione questa eventualità, e magari estendere questo particolare supporto di Windows 7, anche per le versioni Desktop del sistema.

Io intanto ho preparato una bozza del drive per la versione Home Premium..

 Drive USB Windows 7

Personalmente io se potessi scegliere, e se non ci fosse nessun tipo di differenza tra DVD e drive USB, scegliere quest’ultimo.

Voi invece quale scegliereste?

12 Comments

  1. gioggi2002 ha detto:

    Personalmente preferisco di gran lunga il supporto fisico USB a quello ottico CD/DVD, semplicemente anche perchè il primo è mooolto meno tendente a rovinarsi. 😉

  2. TuttoVolume ha detto:

    Infatti Gioggi, inoltre la fase di installazione è anche pù rapida.

    Ciao e buon fine settimana

  3. gioggi2002 ha detto:

    Concordo!

    Grazie e buon fine settimana anche a te. 😉

  4. Non sono per nulla d’accordo… basta la vicinanza con una fonte magnetica per fotterti 400e di chiavetta usb… il dvd é pressoché immortale pur mantenendo una certa attenzione ner riporlo sempre in una custodia… ho cd/dvd in giro che credo risalgano a 5/6 anni fa… se non di piú… chiavette usb che siano rimaste in vita oltre un anno? zero… (a dire il vero potrei dire oltre i due mesi.. in mano mia o si sgretolano o spariscono xD )

    via via .. meglio il dvd… anche perché dal dvd é semplice creare la chiavetta di installazione (o per lo meno da quello che mi hanno detto, io non ho mai provato)… invece é ben piú difficile creare il dvd da chiavetta 😛

  5. gioggi2002 ha detto:

    Mai avuto problemi con alcuna chiavetta, persino la più vecchia con me non ha mai avuto alcun problema. Che tipo di fonti magnetiche intendi?
    Invece la rottura di scatole del dvd è, effettivamente, proprio quella di doverlo sempre riporre nella sua custodia.

    In generale, preferisco le chiavette, perchè sono estremamente più veloci in termini di prestazioni e perchè possono essere riscritte quante volte ti pare.

    Ah, e in ultimo, per quanto ne so io, difficoltà di creare una chiavetta o un dvd di installazione partendo dall’opposto non ce ne sono… In linea di principio funzionano allo stesso modo, quindi non vedo problemi e io non ne ho mai avuti (per installare Linux è il massimo della comodità una chiavetta…).

    Ciao!

  6. a me o si incassa il pirlino che si inserisce (pirlino => gergo altamente tennico xD ) e mi é successo un paio di volte.. oppure semplicemente spariscono….

    fonte magnetica tipo.. calamita? 😛

    mah.. scrittura ok é piú facile su chiavetta… peró spero che tu non voglia usare la chiavetta di seven per salvarci su i documenti xD

    comunque avevo premesso che non ho mai fatto la prova dvd->chiavetta chiavetta->dvd ma era per “sentito dire”

    io continuerei a scegliere il dvd… per me comunque il top sarebbe la possibilitá di acquistare solo la key e poi permettere il download dell’archivio dal sito della MS o da dove vuoi (sii usare torrent per scaricare seven e farlo pure legalmente *_* )

    beh.. alla fin fine per me il problema non sussiste per due motivi..
    1) il portatile non fa boot da usb (e uso linux)
    2) sul fisso windows lo uso solo raramente per giocare e XP va benone

  7. gioggi2002 ha detto:

    Beh, su quella di Seven no (poi dipende come sarà la versione finale, la beta sembra non essere uno spreco di chiavette XD), ma sulle altre…

    Certo, se ci fosse la doppia possibilità come dici tu di avere la key più la il diritto di scaricare la propria copia quando si vuole o se ne ha necessità (magari aggiornata) sarebbe veramente il massimo… Dopotutto costare non costa nulla. 😉

    Come il portatile non fa boot da usb? Non hai provato ad impostarlo da bios? Mi sembra talmente strano… A meno che non sia anteguerra ovviamente… 😛

  8. la seconda che hai detto.. é dell’anteguerra.. ma piú che sufficente ad adempiere ai suoi doveri universitari.. 😉

  9. TuttoVolume ha detto:

    Diciamo che ognuno ha le sue preferenze, ed è appunto per questo che è gradita dagli utenti una scelta più ampia di supporti.

    Sulle qualità di drive USB e CD/DVD, se ne possono dire di ogni, resta comunque da considerare che bisogna valutare la qualità di costruzione sia dell’una che dell’altra.

    Anch’io ho il supporto di win 98 ancora perfettamente funzionante, ma c’è da dire che l’ho usato solo 2 volte in più di 10 anni. Allo stesso modo ho un drive USB che uso come portachivi da 2 anni (quindi ben esposto agli eventi), e almeno 1 volta al giorno viene conficcato nella porta di qualche computer, e finora non ho avuto problemi. Inoltre un drive USB con un sistema operativo al suo interno, e quindi non usato per continue scritture/letture, può essere quasi immortale, se riposto con cura, visto che al massimo lo si potrebbe usare diciamo 50 volte.

    In entrambe i casi è possibile riprodurre il supporto per effettuarne un backup, procedura di certo semplificata se la copia è da drive USB a CD/DVD, anche per il fatto che non tutti hanno un PC con 2 lettori ottici, quindi si dovrebbe prima creare il file immagine, e poi masterizzarlo, mentre da drive USB la procedura può essere diretta.

    Diciamo che per ora questo problema non me lo farei, anche perché la notizia non è ancora confermata, e inoltre non è detto che anche le versioni Home, Professional e Ultimate siano disponibili su USB, supporto forse dedicato esclusivamente alla versione Starter, più economica, e apposita per i netbook.

    P.S. @Ale anche se il tuo portatile è molto vecchio, puoi comunque abilitare il boot da USB aggiornando il bios, procedura che però ti consiglio solo se ne hai bisogno realmente, in quanto, e specialmente sui vecchi bios, non sempre va a buon fine l’update.

    Ciao ragazzi e buona domenica.

  10. gioggi2002 ha detto:

    Concordo praticamente per tutto, tranne che per l’update del bios, che funziona nel 99.9% delle volte, a meno che, ovviamente, non gli venga sottratta alimentazione. Ma nel caso di un portatile è sufficiente fare l’update mentre è attaccato alla presa di corrente e con la batteria carica inserita.
    Certo che con quel 0.1% di volte che non va a buon fine, è sempre consigliato ricorrere alla procedura solo nel caso se ne abbia un reale bisogno, in quanto si rischia di mandare al macero un computer intero.

    Buona domenica!

  11. eheh… e con le ciapet che ho quello 0.1 é piú che sufficente ahah… no beh.. comunque é li con il suo bel sistemino configurato adhoc e non sono cosí pazzo da toccarlo per una cosa che non ritengo essere necessaria 🙂

  12. […] se ne è fatto più nulla, e la versione USB di Windows 7 è rimasta solo un […]

Rispondi