I termini di ricerca più pericolosi sul web.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

gioca_a_tuo_rischio Un dettagliato report redatto da McAfee, ha dimostrato che a differenza di come si potrebbe credere, i termini di ricerca più pericolosi del web, non sono del tipo: sesso, warez, crack, ecc, ma quelli più comuni che utilizziamo quotidianamente.

Il rapporto è molto dettagliato, e lo comprende sia gli Stati Uniti che l’Europa indicando anche la percentuale di rischio. I risultati cambiano a seconda dello stato, cosi se in Nord America le ricerche a rischio sono quelle che utilizzano termini del genere: screensaver, free games, iPhone, Obama, free music download e i testi di diverse canzoni, in Italia la classifica include: digitale terrestre, Roma, uomini e donne, Negramaro, La Talpa e addirittura al primo posto il termine Istruzione con il 33% di rischio.

termini di ricerca pericolosi

D’altronde era prevedibile che si minassero i campi dove gli utenti abbassano la guardia, e non penserebbero mai che cercando Finanziaria 2008 si rischia di abboccare all’esca di un hacker.

Un ottima difesa ce la offre la stessa McAfee con il suo Site Advisor, applicazione che avvisa l’utente quando si imbatte in siti pericolosi, anche se personalmente credo che la miglior difese siate voi stessi.

Se volete dare un occhiata al rapporto completo, è possibile visualizzarlo e scaricarlo come file PDF.

Leggi anche: Microsoft SIR, analisi dettagliata dello stato di sicurezza dei sistemi Windows.

3 Comments

  1. […] in questi casi state attenti, perché molti di questi programmi che si possono reperire su internet, non sono altro che virus mascherati, e non faranno altro che peggiorare la […]

  2. […] in questi casi state attenti, perché molti di questi programmi che si possono reperire su internet, non sono altro che virus mascherati, e non faranno altro che peggiorare la […]

  3. […] nulla di nuovo dagli ultimi studi eseguiti da McAfee, che la volta scorsa pubblico la lista di termini più pericolosi sul web, mentre questa volta lo studio si incentra sui termini di ricerca associati a personaggi pubblici […]

Rispondi