Adobe Reader e Acrobat nuovamente sotto attacco. Per fortuna che c’è già la patch.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Purtroppo Adobe nemmeno stavolta si smentisce, e le vicissitudini che stanno interessando Adobe Reader e Acrobat legittimano, se ancora ce ne fosse bisogno, le motivazioni degli utenti che volessero provare un alternativa.

Adobe Reader e Adobe Acrobat ultimamente sono sempre più sotto attacco da parte degli hacker che ci vedono un autostrada per entrare nei sistemi operativi. Bisogna dire che l’azienda gli facilita il compito, visto che non è passato nemmeno un mese dall’ultimo aggiornamento, rilasciato proprio per risolvere una grave vulnerabilità, e nuovamente un bug critico mette a repentaglio la sicurezza di tutti i sistemi operativi, MAC e Linux compresi.

Il bollettino di sicurezza parla della solita vulnerabilità che permetterebbe ad un malintenzionato di prendere il controllo del sistema da remoto, oltre ad eseguire richieste cross-domain non autorizzate.

Per fortuna che almeno stavolta i laboratori Adobe hanno provveduto a tappare velocemente il buco, rilasciando un aggiornamento che corregge la falla.

Gli aggiornamenti di Adobe Reader e Acrobat sono già disponibili per il download, e vista la gravità del problema, è altamente consigliato l’update.

Per tutti quelli che sono stanchi di questa situazione, in giro ci sono ottime alternative ad Adobe Reader, come ad esempio l’ottimo Foxit Reader o Sorax Reader.

3 Comments

  1. Dingo ha detto:

    moduli sfs di Adobe Reader 9.3.1 per

    *Puppy Linux* (ma in generale per tutte le distribuzioni di linux capaci di utilizzare lo squash filesystem versione 3 e 4)

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/programs:pdf_reader

    ma disattivate javascript così forse vi eviterete (su altri istemi la cosa è traumatica) di stare dietro ai guai della Adobe

  2. […] giorni fa circa, ho segnalato alcuni nuovi bug scoperti nelle applicazioni Adobe Reader e Adobe Acrobat, che l’azienda ha prontamente corretto rilasciando una […]

  3. […] perché una vulnerabilità di Adobe Reader, può essere rischiosa anche più di un bug di Windows, in quanto spesso i programmi antivirus non […]

Rispondi