Microsoft rattoppa Internet Explorer correggendo il bug sfruttato dalla Cina per attaccare Google.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

patch_straordinaria_internet_explorer Poche volte la Microsoft rilascia aggiornamenti al di fuori del giorno prestabilito, ovvero, il secondo Martedì di ogni mese, e quando questo succede, vuol dire che la patch in questione corregge un problema molto grave del sistema operativo.

Chi ha seguito la vicenda del cyber attacco portato a segno da hacker al soldo del governo cinese, probabilmente e a conoscenza che una falla nel browser Internet Explorer è stata sfruttata per colpire i sistemi di oltre 30 imprese della Silicon Valley, tra cui anche Google.

Google-in-Cina Anche se i numeri delle vittime sono relativamente pochi, l’attacco passerà alla storia per le conseguenze politiche che potrebbero portare Google all’abbandono di uno dei mercati più proliferi e in crescita.

Il bug coinvolgeva quasi tutte le versioni di Internet Explorer indipendentemente dal sistema operativo utilizzato. Fortunatamente, solo Internet Explorer 6 è stato effettivamente sfruttato dagli hacker per veicolare i file infetti, ma per essere sicuri e non correre rischi, la Microsoft si è messa immediatamente all’opera per tappare il buco e scongiurare eventuali attacchi futuri.

La patch MS10-002 corregge 6 bug, oltre a quello di cui vi ho parlato pocanzi. Essa viene automaticamente installata sui computer degli utenti che hanno attivato gli aggiornamenti automatici, ma se cosi non fosse, è altamente consigliato provvedere all’installazione.

(via)

Rispondi