Windows 7: estendere a 120 giorni il periodo di prova.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

windows7_01 Se avete installato Windows 7 RTM non appena fu disponibile sui canali torrent (esattamente il 26 luglio), probabilmente saprete che tra qualche giorno scade la licenza di prova che avete utilizzato per attivare il sistema. A meno che non abbiate un account MSDN o TechNet, non c’è modo “legale” per attivare il sistema.

Però c’è un trucchetto che permette di estendere il periodo di prova portandolo a 120 giorni, giusto il tempo per passare alla versione finale che per allora sarà disponibile.

Il trucco funziona anche su Windows Vista, ma dubito che qualcuno di voi abbia intenzione di installare Vista senza una licenza quando c’è in giro il suo successore.

Comunque, estendere il periodo di prova è semplicissimo. Aprite il prompt dei comandi (Win + R e digitate cmd), e digitate slmgr –rearm (facendo attenzione a lasciare lo spazio) e confermate con Invio.

prolunga licenza di prova windows 7

Un messaggio vi avviserà che il comando è stato accettato, e che le modifiche avranno effetto al successivo avvio del sistema.

Con questo trucco abbiamo esteso l’attivazione di altri 30 giorni, e allo scadere possiamo ripetere la procedura per un massimo di 3 volte, fino ad ottenere i 120 giorni.

La Microsoft è al corrente di questa procedura, ma non è affatto seccata e anzi lo definisce un “periodo di grazia” per i nuovi utenti.

2 Comments

  1. […] poco ormai all’arrivo di Windows 7, e in queste ore le aziende e i produttori di stanno lavorando per mettere a punto il loro computer […]

  2. […] vi permette di installare il sistema e utilizzarlo in prova per 30 giorni, periodo che può essere allungato di altri 90 con una semplice procedura, tra l’altro conosciuta e consentita dalla Microsoft […]

Rispondi