Chrome 4.1 integra la funzione di traduzione inizialmente prevista per Chrome 5.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Google_Chrome_4.1 Nell’ultima versione Dev Channel di Google Chrome (che sarebbe poi la 5), sono state integrate alcune novità molto interessanti. Google ora ha deciso che tali novità erano già abbastanza stabili da entrare a far parte dell’ultima versione stabile di Chrome, ovvero la 4.1.

La prima novità che salta subito agli occhi se avete già eseguito l’aggiornamento, riguarda l’integrazione in Chrome di una funzione di traduzione che si attiva automaticamente quando si visita una pagina web contenente del testo scritto in una lingua diversa da quella in cui è impostato il browser.

 

Le opzioni di traduzione sono più o meno le stesse che si vedono nella barra di Google Translate, ma in questo caso possiamo impostare la lingua in cui tradurre, e cosi passare alla versione tradotta della pagina semplicemente cliccando sull’apposito pulsante.

Altra opzioni ci permettono di escludere taluni siti, oppure rendere predefinita la traduzione per determinati siti web.

Oltre all’integrazione del traduttore, Chrome 4.1 include anche alcune impostazioni che permettono di decidere come dovrà comportarsi il browser con i contenuti che si incontrano nei siti web.

Le opzioni, che si possono raggiungere dalla scheda Roba da smanettoni, consentono di escludere cookie, javascript, immagini o impedire l’apertura di finestre pop-up per tutti, o solo per alcuni siti che andremo ad inserire.

Chrome 4.1, se non lo avete già installato, può essere scaricato dal sito ufficiale, altrimenti potete attendere che venga rilasciato negli aggiornamenti automatici del browser.

Rispondi