AVG ci ricasca, e scambia iTunes per un virus.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

AVG E’ la seconda volta in pochi mesi, che il noto programma antivirus AVG, in conseguenza ad un aggiornamento, segnala come pericolose alcune librerie del tutto legittime, rendendo di fatto il programma in questione inutilizzabile.

La volta scorsa fu classificato come virus il file user32.dll, una libreria molto importante per il sistema operativo, e in conseguenza al rilevamento del falso positivo, molti utenti non hanno potuto più avviare il sistema.

Questa volta il problema è stato meno grave, e non ha interessato il sistema operativo in se, ma alcuni file che facevano parte di iTunes, più in dettaglio si tratta dei file iTunes.dll e iTunesRegistry.dll.

Anche se l’azienda ha subito provveduto a risolvere il problema, moltissimi utenti che non sapevano come mai il loro lettore multimediale non si avviasse più, hanno reinstallato il programma, con le ovvie ripercussioni e i fastidi che ciò comporta.

E’ vero che i programmi gratuiti sono eccellenti, e in molti campi sono addirittura migliori delle loro controparti a pagamento, ma per quanto riguarda la protezione del sistema, è meglio optare, se possibile, per un programma a pagamento, soprattutto se si è inesperti.

Falsi_positivi

Per carità ho usato anch’io alcuni programmi anti-virus gratuiti, tra cui anche AVG, ma il più delle volte sono del tutto inutili, e non assicurano una protezione preventiva, avvisando del pericolo solo quando un attacco è già andato a segno. Del resto perché la stessa AVG, o altre famose aziende come Avast e Avira hanno nel loro catalogo soluzioni free, e offrono comunque versioni a pagamento?

Se volete stare molto più tranquilli, bastano circa 30 euro all’anno per acquistare la licenza di un buon antivirus (anzi meglio una versione Internet Security), che anche se non sono sicuri al 100%, offrono una protezione di gran lunga maggiore.

Ricordate comunque che il miglior antivirus, siete voi stessi!!!

Rispondi