Twitter comunica agli utenti i nuovi termini di servizio.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Twitter_nuovi_TOS Dal pandemonio successo in passato quando vennero modificati i termini di servizio Facebook, Twitter ha imparato che prima di modificare i termini, è meglio comunicare le novità o modifiche apportate hai diretti interessati. Tutti gli utenti della rete, hanno ricevuto una mail contenente il link per consultare sul blog ufficiale i nuovi termini di servizio, prima che questi vengono introdotti ufficialmente.

Con queste modifiche, la rete di microblogging specifica che l’utente ha il diritto di utilizzare, copiare, riprodurre, trasformare, adattare, modificare, pubblicare, trasmettere, visualizzare e distribuire i tweets pubblicati, o di farne quello che gli pare. Biz Stone chiarisce, i contenuti generati, rimarranno sempre di proprietà dell’utente.

L’annunciano contiene anche alcune informazioni, al fine di evitare future controversie, sui metodi per monetizzare il servizio. La rete entro la fine dell’anno potrebbe integrare un tipo di account professional, dedicato alle imprese (forse anche ai VIP) che usano i tweets per diffondere i proprio prodotti, lasciando aperta la porta alla possibilità di inserire annunci pubblicitari nelle pagine del servizio.

A questi termini, si aggiungono anche le nuove politiche anti-spam discusse in precedenza.

Il cambiamento potrebbe essere cruciale per Twitter, ma quando le cose vengono chiarite prima di applicarle, si è già a metà dell’opera. Infondo siamo noi utenti che facciamo la fortuna di questa o quell’altra rete, e come minimo dobbiamo poter avere voce in capitolo. Ecco perché è possibile anche inviare feedback che saranno sicuramente presi in esame.

Rispondi