Makup Pho.to corregge le imperfezioni delle tue foto automaticamente.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

fotoritocco on-line Dagli stessi creatori di Avatar Pho.to, applicazione web per creare avatar animati in pochi secondi, Makeup Pho.to è un servizio simile nella facilità di utilizzo, ma che permette di ritoccare una foto correggendo automaticamente le varie imperfezioni e gli artefatti.

Il suo utilizzo è estremamente semplice, si carica una foto scegliendone una dal nostro disco rigido, oppure inserendo l’URL di un immagine on-line, e Makup Pho.to avvierà automaticamente la correzione. Il risultato sarà visibile dopo qualche secondo, e possiamo fare anche il confronto con la versione originale cliccando sul selettore in alto a destra.

makup pho.to

Se non ci soddisfa il risultato possiamo applicare o rimuovere effetti per vedere se il risultato è migliore, il tutto lo si compie contrassegnando le caselle in alto corrispondenti alle relative funzioni, rimuovi occhi rossi, imperfezioni della pelle (brufoli e rughe), ecc…

bea mia

(Lo screenshot non mostra bene il miglioramento acquisito, ma vi assicuro che la foto in alta risoluzione della mia principessa ora è molto più bella.)

Inoltre è possibile selezionando la casella Glamour Effect, applicare un effetto che rende ulteriormente piacevole l’immagine. Se l’immagine da ottimizzare deve essere ritagliata o ruotata, e possibile farlo cliccando sul pulsante in basso “Edit whit other tools”. Al termine dobbiamo solo scaricare di nuovo l’immagine sul nostro disco rigido.

Makup Pho.to è uno di quei servizi perfetto per gli utenti che non hanno dimestichezza con le complicate impostazioni delle applicazioni di fotoritocco, e il risultato è davvero notevole.

One Comment

  1. […] Avete scattato qualche foto durante le vostre ferie al mare, e non sono venute come volevate? Niente paura PicTreat in due secondi può correggere le imperfezioni. […]

Rispondi