Facebook Lite chiude i battenti.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

FacebookLite_CancelledL’idea alla base di Facebook Lite non era malvagia, tuttavia come spesso accade, non tutte le ciambelle riescono col buco, e questo anche se 400 milioni di potenziali utenti avrebbero potuto divorare la ciambella.

Facebook Lite era una versione del popolare social network ridotta all’osso ed alleggerita di tutti gli elementi in eccesso. Pensato per essere utilizzato soprattutto dagli utenti che non dispongono di una connessione Internet veloce, come quelli dei paesi in via di sviluppo, Facebook Lite, paradossalmente, veniva utilizzato da utenti che al contrario disponevano della banda larga, ma prediligevano una versione più sintetica di Facebook.

Tuttavia, evidentemente erano comunque in pochi quelli che accedevano al social network tramite Facebook Lite, numero tanto esiguo che il team ha deciso di chiuderlo definitivamente e tutto d’un colpo rilasciando solo un breve messaggio che ne comunicava agli utenti la soppressione.

Con molta probabilità la scelta di tenere in vita due versioni del sito era poco parsimoniosa, il che ha portato alla chiusura della versione miniaturizzata.

Forse molti di voi non erano nemmeno a conoscenza dell’esistenza di Facebook Lite, ma se non fosse cosi, fateci sapere se vi dispiace per la sua dipartita.

4 Comments

  1. Andrew ha detto:

    I ero tra quei pochi che divoravano la ciambella. 🙁
    Peccato.

  2. FratelloGeek ha detto:

    Bhe questo dimostra che anche Fb è imperfetto…

  3. Signore degli Elfi ha detto:

    Semplice scelta di marketing …
    versione pesante per chi se lo può permettere e versione light per i poracci
    serve per avere 2 fette di utenza e prendere più utenti

    se la soluzione non porta più utenti facebook se ne sbatte del fatto che sia un servizio utile e lo chiude, per il semplice fatto che gli porta via soldi per nulla.

  4. antyxzeta ha detto:

    Anche i più grandi sbagliano, non sarebbe male sbagliare come facebook ogni tanto

Rispondi