Minimem: ottimizza Windows, liberando la memoria occupata inutilmente dai programmi.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

memoria ram Da sempre i sistemi operativi Windows non gestiscono in maniera ottimale la RAM installata sul PC,  e se tali problemi erano meno evidenti in Windows XP, nell’ultimo Windows Vista le cose sono anche peggiorate, perché di per se il sistema richiede già un elevato quantitativo di memoria. Se poi a questo aggiungiamo anche che molte applicazioni, in particolare i browser internet, soffrono di memory leak, ovvero un problema che non permette loro di rilasciare la memoria occupata, va da se che anche con 3 o 4 GB di RAM installata, aprendo più applicazioni si cominciano a notare rallentamenti del sistema.

Esistono diversi tool in grado di dare respiro al sistema liberano la memoria occupata inutilmente dalle applicazioni, e faccio fatica a comprendere perché non sia la stessa Microsoft ad integrarne uno nel sistema stesso.

Comunque visto che non ci pensano quelli di Redmond, possiamo farlo noi stessi utilizzando un programma capace di liberare la memoria, e ottimizzare quindi le prestazioni del sistema operativo, con notevoli miglioramenti soprattutto se il PC non ha una grande quantità di memoria.

Tra i software disponibili, sicuramente uno dei migliori è sicuramente Minimem.

L’applicazione gratuita è molto semplice da utilizzare e non richiede particolari conoscenze per trovare le impostazioni migliori.

Una volta avviato nell’interfaccia del programma vedrete due colonne, uno dovrebbe essere vuota, mentre l’altra, quella a destra, contiene le applicazioni attualmente in esecuzione.

minimem

Di default Minimem mostra solo i processi che occupano più di 15 Megabytes di memoria, ma questa impostazione può essere modificata tramite il menu a discesa che compare sotto all’elenco dei processi.

Per scegliere i processi da ottimizzare, basterà selezionarne uno e spostarlo nella colonna di sinistra. Le altre opzioni riguardano gli intervalli di tempo, sempre dal menu a tendina possiamo dire a Minimed ogni quanto dovrà ottimizzare la memoria. Un intervallo da 2 a 5 minuti va più che bene.

Le ultime due caselle servono per dire a Minimem se ottimizzare i processi dei programmi in primo piano, cioè quelli che stiamo utilizzando, e impostare il limite oltre il quale Minimem non interverrà.

memoria occupata dai programmiTutto questo serve per farlo in automatico, ma noi possiamo anche ottimizzare la memoria manualmente cliccando sul pulsante Optimize Now, oppure usando l’icona posta nella barra di sistema.

I risultati sono sorprendenti, pensate Minimem è stato capace di far calare a 98 Mb la memoria occupata da Firefox, mentre prima dell’ottimizzazione era schizzata a 280 Mb.

Minimem può essere eseguito in Windows XP e Vista, richiede .NET Framework 2.0, ed è possibile anche utilizzarlo da pen drive USB copiando la cartella di installazione, e lanciando il file minimem.exe.

4 Comments

  1. andrea ha detto:

    informati meglio su una cosa chiamata superfetch.
    e sappi che non la usano solo windows Vista/seven.

    1. TuttoVolume ha detto:

      Mi sa che sei tu a dover informarti meglio, la funziona SuperFetch si occupa di analizzare le azioni dell’utente e collocare di conseguenza alcune applicazioni all’interno della memoria principale, così da avviarle più rapidamente.
      Sta certo che però non si occupa di liberare la memoria quando queste vengono chiuse, anzi.

      A prescindere di cosa sia il SuperFetch, Minimem funziona egregiamente.

  2. Giulio ha detto:

    Premesso che in ogni caso E’ SEMPRE IL SO A GESTIRE LA MEMORIA, al massimo questo programmino può richiedere al SO di rilasciarla (se possibile).

    I memory leaks accadono non per una cattiva gestione del SO, ma per una non corretta attenzione durante la programmazione del programma.

    In particolare il memory leak si ha quando faccio una cosa del genere:

    char* p = malloc(N); // alloco N bytes di memoria, mi viene restituito un puntatore all’area di memoria

    p = null; // azzero il puntatore senza chiamare prima free()

    In questo caso ho allocato memoria, e annullato il puntatore per cui non posso più recuperarla, non avendo più a disposizione l’indirizzo.

    In altri casi posso allocare memoria facendo una stima attuale per usarla in un secondo momento.

    In ogni caso non vedo perché rompere le uova nel paniere del programma, che potrebbe rischiare il crash a causa di programmi esterni come questo.

    L’utilizzo di memoria di per se non è un problema E NON CAUSA ALCUN TIPO DI RALLENTAMENTO.

    E’ il SO che gestisce come meglio crede la fornitura di memoria ai programmi, e Vista e 7 lo fanno in maniera decisamente migliore di XP.

    1. TuttoVolume ha detto:

      Giulio per poterti rispondere ho voluto attendere qualche giorno e prendermi il tempo per testare a fondo il programma.

      I miglioramenti io li ho notati, e soprattutto in applicazioni come Firefox, dove ogni 60 secondi (tempo impostato da me) Minimem recupera la memoria delle eventuali schede chiuse. Nel mio caso questo è essenziale, perché apro spesso più schede, che poi chiudo immediatamente, magari perché vedo che la pagina non mi interessa. Senza minimem dopo una trentina di minuti, la memoria occupata arriva a 200 MB circa. Con Minimem invece si mantiene costante sui 100 MB, e questo senza causare crash del programma o del sistema.

Rispondi