Microsoft Desktop: 4 desktop virtuali per organizzare il vostro schermo

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.


Il team di Microsoft Sysinternals, ha rilasciato oggi un altro software utile per le persone che amano eseguire più applicazioni contemporaneamente.

Desktop (v1.0) è un Virtual Desktop Manager che consente di creare fino a quattro differenti schermate del desktop, cosi da poter organizzare tutte le applicazioni aperte, e dare ad ognuna di loro un proprio spazio .

Per esempio, si potrebbero mettere tutti i programmi di lavoro nella prima finestra del desktop, i programmi di chat in un’altra finestra virtuale e così via, avedno meno confusione sullo schermo quando abbiamo decine di programmi in esecuzione contemporaneamente.


Il software staziona nella barra delle applicazioni di Windows. E si può facilmente passare da un desktop virtuale a un altro premendo il tasto di scelta rapida, o mediante il mouse.
L’opzione di default è il tasto ALT e i numeri da 1-4, che corrispondono ad altrettanti desktop virtuali. Altri tasti che sono disponibili sono CTRL, SHIFT, il tasto Windows e i vari F-1/2/3 ecc.. Il passaggio tra i desktop virtuali opere molto bene e fluido, non vi è praticamente alcun ritardo.

Tutte le icone e i collegamenti che sono stati immessi sul desktop standard, vengono replicate e sono disponibili in ogni desktop virtuale.

La cosa che più di tutte mi ha sorpreso, è che utilizza meno di quattro megabyte di memoria quando è in esecuzione, il che è un ottimo valore per applicazioni di questo tipo.

Il programma è gratuito e gira sia su XP che su Vista.

2 Comments

  1. Salvio ha detto:

    Certo che quelli di Red Mond si divertono prorpio ad implementare o per meglio dire copiare (ancora meglio se scopiazzare) le utility di linux eh???

  2. tuttovolume ha detto:

    dipende da che punto lo si vuole vedere, è vero che è palesemente copiato dal sistema linux, ma è anche vero che implementare funzioni da altri sistemi, se efficienti, alla fine va solo a vantaggio di noi utenti. Quindi perchè no. D’altronde è cosi non solo per i sistemi operativi e per i computer, ma anche per quanto riguarda altri campi come la moda, i motori, ecc…

Rispondi