Testato il multi-touch di Windows 7 su un HP TouchSmart.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

03-02-2009-1042 Tutti sappiamo che la prossima frontiera dei sistemi operativi e dei computer, sarà la piena compatibilità con il multi-touch. Su questo fronte sono già molti i produttori che si sono mossi. Prima su tutte è stata HP, con il TouchSmart, che ha reso disponibile un computer che permette l’uso del sistema utilizzando le dita sullo schermo, accompagnato sempre da tastiera e mouse. Anche Asus ha proposto una versione del celeberrimo Eee (Eee Top) con le medesime caratteristiche. Ciò che accomuna i due computer, e che entrambi per funzionare adottano un software apposito che converte i comandi impressi sullo schermo, e li trasferisce al sistema. Il nuovo Windows 7 avrà l’onere di fornire ai produttori di computer una piattaforma già predisposta al multi-touch, e che quindi non dovranno più preoccuparsi del software di gestione, in quanto già integrato nel sistema.

I ragazzi di Gizmodo hanno pensato bene di provare l’ultimo sistema Microsoft su un HP TouchSmart, e collaudare le caratteristiche del sistema su questo computer dotato appunto di schermo Multi-touch.

Certo non c’è molto da vedere in questo video, ma sembra che la risposta ai comandi sia piuttosto reattiva, e che anche la tastiera su schermo funzioni bene. Staremo a vedere, e a quanto pare già tra meno di un anno sapremo se è venuto il momento di buttare definitamente mouse e tastiera.

Se non volete aspettare per provare uno schermo multi-touch, allora iTable è quello che fa per voi.

3 Comments

  1. […] simulare questa situazione si può eseguire un test on-line utilizzando il servizio Load […]

  2. […] In circolazione ci sono già alcuni PC dotati di caratteristiche touch screen, e ne arriveranno molti altri nei prossimi mesi, e questo grazie soprattutto a Windows 7 e Microsoft Touch Pack. […]

  3. […] I dispositivi multi-touch saranno rilevati attraverso CSS media query, in modo che le interfacce comandabili con il tocco delle dite, saranno visualizzate solo se l’utente sta utilizzando un dispositivo compatibile. […]

Rispondi