Symbian ^3, il nuovo OS mobile open source, fa capolino al MWC 2010.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Nuovo_Symbian_3 Anche se Nokia organizza un evento tutto suo nel mese di settembre per annunciare le novità dell’azienda, e non è ufficialmente presente al Mobile World Congress 2010, ha voluto comunque far parte dell’evento che determinerà il futuro di dispositivi e OS mobile.

Nella giornata di ieri l’attenzione è stata calamitata da Windows Phone 7 Series, OS mobile Microsoft, e MeeGo, controparte nata dalla fusione di Maemo e Moblin e dalla partnership tra Intel e Nokia.

Symbian_3 

Oggi si sono invece accesi i riflettori sulla prossima versione di Symbian, il sistema operativo mobile più diffuso in assoluto, e che da un paio di settimane è divenuto completamente libero e a disposizione di tutta la community Open Source.

La fondazione Symbian ha illustrato alcune caratteristiche di Symbian^3, pronosticandone l’arrivo sul mercato nella seconda metà del 2010.

Symbian^3 integrerà un interfaccia grafica a widget completamente rivista mentre l’architettura di rete sarà orientata alla streaming audio e video. La connettività includere connessioni HDMI di serie per riprodurre video ad alta risoluzione sugli schermi dei TV, e il tutto verrà reso più immediato grazie alla ristrutturazione di menu e funzioni.

Il mercato dei sistemi operativi mobile non è mai stato tanto prospero come negli ultimi mesi. Questo porterà ad una ricchissima scelta per l’utente. Anche l’open source su cui in molti hanno puntato, arrecherà sicuri benefici ai consumatori che potranno contare su ricche varietà di applicazioni.

Qualcosa arriverà già nei prossimi mesi, ma la vera invasione ci sarà nel periodo natalizio, dove si farà veramente fatica a decidere su quale smartphone e OS puntare.

Sarebbe interessante se gli sviluppatori iniziassero ad offrire la scelta del sistema operativo, immettendo sul mercato modelli di smartphone disponibili con vari sistemi operativi, e magari, la possibilità di installarne uno diverso anche dopo l’acquisto.

Alcuni smanettoni lo fanno già, installando Android su dispositivi che nascono per Windows Mobile o Maemo, addirittura in multi-boot, ovvero la facoltà di selezionare all’accensione quale sistema operativo avviare.

Nokia_N900_con_Android

Non so quando e se succederà mai ufficialmente qualcosa di simile, ma l’open source in teoria permette anche questo.

Rispondi