Siete pronti per l’attacco di Conficker atteso per domani? Ecco come premunirsi.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

images Secondo vari fonti autorevoli, sembra certo che l’ultima variante del worm Conficker.C, sia stata programmata per attaccare giusto domani.

Il worm più temuto del 2008, ritorna a terrorizzare la rete, e tutti ormai attendono la
giornata di domani premunendosi in tempo. Molti pensano che l’allarma sia stato troppo amplificato, e che il worm non dovrebbe mietere tante vittime.

Per non trovarsi impreparati, il consiglio è quello innanzitutto di aggiornare il programma anti-virus, e di verificare se l’update MS08-067 rilasciato dalla Microsoft nel mese di Ottobre 2008, è stato correttamente installato.

C’è anche chi approfittando dell’allarme ha elaborato una strategia parallela, infatti basta effettuare una ricerca su Google.com per visualizzare diversi annunci truffaldini che invitano gli utenti a scaricare falsi tool di rimozione.

images Mentre la Microsoft ha posto una taglia da 250 mila dollari riscuotibile da chiunque sappia fornire informazioni utili a scoprire e identificare il realizzatore del worm, noi utenti possiamo solo attendere la giornata di domani, preparandoci al peggio, quindi oltre a provvedere all’installazione degli ultimi aggiornamenti per il sistema e l’anti-virus, sarebbe opportuno effettuare un backup dei dati importanti, e metterlo al sicuro, magari in un disco esterno.

images Se notate che il Centro di sicurezza di Windows è disabilitato, e non vi è permesso accedere ai siti Internet di Windows Update e dei software anti-virus, allora vuol dire che siete stati colpiti dal worm. Per rimuoverlo sul sito Technet è disponibile un tool apposito alla rimozione di Conficker.B, ma visto che quello atteso domani è una variante del worm, è possibile eliminarlo solo seguendo la rimozione manuale di Conficker proposta dal sito di supporto Microsoft. Come vi ho già detto il worm vi impedirà di accedere ad alcuni siti, soprattutto quelli che propongono tool e guide per la rimozione, quindi è meglio se scaricate preventivamente il tool proposto da Technet, e salvate in locale o stampate la pagina di rimozione manuale.

Leggi anche: Strumento di rimozione Malware per Windows, cos’è e come usarlo.

One Comment

  1. […] sa, sono i più diffusi in assoluto, ed è normale quindi che siano anche quelli più soggetti agli attacchi hacker. Gli elitari Mac e i Geek utenti Linux, sono sempre pronti a puntare il dito contro la Microsoft […]

Rispondi