Opera 10 Beta: quasi pronto il browser web dalle mille facce.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Opera 10 betaOpera ha rilasciato la prima beta del nuovo browser Opera 10, che porta tantissime novità.

Innanzitutto è più veloce, inoltre la funzione Opera Turbo è in grado di accelerare la navigazione sulle connessioni lente con una tecnologia che può fornire i contenuti web fino al 40% più rapidamente rispetto alle precedenti versioni.

Anche l’interfaccia utente è stata nettamente migliorata, con selezione rapida personalizzabile e ottima integrazione con il web. In aggiunta, Opera 10 beta dispone di un barra, che con un doppio clic rivela le miniature di ogni scheda aperte nella finestra del browser.

Una delle ultime funzioni di cui tutti hanno parlato, è stata Opera Unite, un servizio integrato nel browser, che permette di condividere file di ogni genere, creare stanze di chat e avviare streaming di contenuti senza passare per servizi esterni. In pratica il browser si trasforma in un server web. Recensione dettagliata di Opera Unite con screenshot tour.

Per finire è stato ampliato il correttore ortografico in linea che ora supporta fino a 51 lingue, migliorati il client email e BitTorrent integrati, e perfezionato Opera Link, strumento per sincronizzare segnalibri, cronologia e miniature Speed Dial, su ogni browser collegato all’account.

La nuova versione beta di Opera 10.00b1 è attualmente disponibile per Windows, Mac, Linux e altri sistemi operativi.

Purtroppo non si sa nulla sulle Face Gesture, funzione che avrebbe permesso di comandare il browser tramite webcam con i soli movimenti del volto. La funzione era stata annunciata, ma si vede che lo sviluppo necessità di altro tempo.

3 Comments

  1. kaig ha detto:

    Per chi si fosse lasciatosorprendere dalle face gesture…era solamente un pesce d’aprile, nulla piu’.. 🙂
    ma chissa’ che non venga sviluppata un’interfaccia simile in un futuro non troppo lontano

  2. TuttoVolume ha detto:

    Allora io ci sono cascato in pieno 🙂

  3. […] questa nuova caratteristica, che evolve il concetto del classico Speed Dial, inventato da Opera, e adottato anche da Google Chrome, e permette di visualizzare le miniature delle ultime schede […]

Rispondi