Microsoft blocca MSN e Live Messenger nei paesi sotto embargo degli Stati Uniti.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

WindowsLiveMessenger Microsoft ha bloccato l’accesso a MSN e Windows Live Messenger per tutti i paesi che sono sotto embargo da parte degli Stati Uniti. Ciò significa che a Cuba, Siria, Iran, Sudan e Corea del Nord non è possibile utilizzare il popolare servizio di messaggistica istantanea.

Quando un utente con account impostato per uno di questi paesi tenta di connettersi a MSN, riceve l’errore 810003c1. Per ora pare che il blocco di MSN sia a tempo indeterminato.

E ovvio che gli utenti potranno comunque tentare di ovviare al blocco, ad esempio cambiando il paese dalle impostazioni del proprio account, oppure usando un client multy protocollo, come Digsby, Pidgin o Imo.im.

One Comment

  1. […] Con decine di milioni di utenti in tutto il mondo, non è difficile capire il motivo per cui gli hacker tentano di attaccare i PC entrando nel sistema tramite Windows Live Messenger e MSN Messenger. […]

Rispondi