L’antitrust obbligherà Microsoft a includere più browser nel sistema. Sarà l’utente o il produttore a scegliere.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

La Commissione Europea, a seguito di un provvedimento dell’antitrust, obbligherà Microsoft a fornire agli utenti la possibilità di scegliere un browser Web. Una misura simile era già stata presa qualche tempo fa, con la richiesta che riguardava Windows Media Player. Ma per quanto concerne Internet Explorer, la faccenda è un po’ più complicata, dal momento che è molto più facile scaricare e installare un browser alternativo, se il sistema dispone di un browser per iniziare.

Un portavoce della Commissione Europea fa sapere che probabilmente sarà richiesto alla Microsoft di offrire agli utenti una scelta, e quindi  sostanzialmente, quando si avvia Windows per la prima volta, durante il processo di setup il sistema chiederà quale browser si desidera installare tra Internet Explorer, Firefox, Safari, Opera o Google Chrome.
È anche possibile che tale decisione sia prese dagli stessi produttori di computer. Ad esempio, Dell potrebbe decidere di installare Firefox, mentre HP potrebbe dotare il sistema di Internet Explorer. (Via)

Tutto lascia intendere che comunque molto presto Internet Explorer, che ha già perso molte quote di mercato, perderà il fattore che lo ha reso il browser più utilizzato. Sono molti infatti gli utenti che non conoscono l’efficienza e la possibilità di personalizzazione di Firefox, o la velocità di Opera, solamente perché hanno da sempre utilizzato IE già integrato nei sistemi Windows, e non hanno mai avuto modo di valutare i concorrenti.

Voi quale browser utilizzate?

4 Comments

  1. […] preinstallato, ma il dominio di Microsoft non è più cosi scontato, specialmente in Europa dove l’antitrust obbliga la Microsoft a fornire una scelta, e non imporre i propri programmi agli […]

  2. […] Nell’ultima build di Windows 7, è emerso che sarà possibile disattivare Internet Explorer semplicemente rimuovendo una spunta dall’elenco dei sevizi. Questa novità arriva molto probabilmente in conseguenza all’obbligo da parte dell’antitrust, che impone alla Microsoft di fornire la scelta del browser agli utenti. […]

  3. […] seguito all’obbligo dell’Anti Trust, in Europa la Microsoft è costretta a rilasciare una versione speciale di Windows 7, senza il […]

  4. […] ultimi mesi si è parlato più volte di Internet Explorer, e del fatto che la Microsoft è stata obbligata dall’anti trust a fornire una scelta ai propri utenti. Non so se sia giusto o no, imporre alla Microsoft di non […]

Rispondi