Google: la velocità di caricamento delle pagine ora influisce sul posizionamento di un sito web.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

SEO_Google Ne parlammo già in passato, ma sinceramente credevo sarebbe trascorso ancora qualche tempo prima che ciò venisse messo in partica, e invece…

Sul blog Webmaster Central è stato annunciato che la velocità di caricamento ora è ufficialmente un fattore determinante per il posizionamento di un sito tra i risultati delle ricerche su Google.

Tale fattore, al momento, determina solo il ranking dei risultati per le query in lingua inglese su Google.com, ma a questo punto credo non passi molto prima che venga esteso anche alle altre localizzazioni del motore di ricerca.

Google tiene a precisare che la velocità di caricamento sarà solo uno dei 200 fattori che concorrono al posizionamento di un sito, e che quindi soddisfare, o non, il requisito non significherà tutto.

L’annuncio comprende anche i collegamiti ad alcuni strumenti come PageSpeed e YSlow utili ai webmaster per migliorare la velocità di caricamento delle pagine dei propri siti, strumenti tra l’altro inclusi anche nella nuova sezione Prestazioni sito degli Strumenti per webmaster di Google già da qualche mese.

Sembra chiaro che Google, nel tentativo di migliorare l’esperienza e l’usabilità del Web,  cerchi la collaborazione di tutti, e se ora la rapidità di caricamento ha un importanza marginale, in futuro potrebbe essere diverso, per cui è meglio iniziare subito ed ottimizzare per tempo siti web e blog, d’altronde a beneficiarne ne saremo tutti 😉

Rispondi