Google rimuove la censura da tutte le ricerche eseguite in Cina.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Solo il colosso Google poteva permettersi di osare tanto nello stuzzicare il governo cinese, e se ora come ora sembra ormai tutto perduto per google.cn, dobbiamo ammettere che nell’epico sconto BigG non si è certo mai nascosto dietro un dito, cosa che invece i ministri cinesi hanno sempre fatto, iniziando col dire che l’attacco non era stato messo a punto da loro, salvo poi ritrattare e fingere collaborazione.

L’ultimo schiaffo da parte di Google verso il governo cinese, mira ad abbattere proprio quella muraglia di censura in cui il popolo è rinchiuso li in Cina.

Da Martedì scorso, contenuti legati a Tibet, Piazza Tienanmen e movimenti per l’indipendenza sono liberamente accessibili in Google.cn semplicemente eseguendo una ricerca. Anche parole chiavi ultra censurate e proibite come 4 giugno (termine collegato alla strage degli studenti in Piazza Tienanmen), ora offrono risultati relativi a tali fatti.

Google.cn_senza_censura

Non solo le ricerche web, anche le immagini vengono visualizzate in Google.cn senza alcuna censura, e in questi giorni, foto come quella nota a tutto il mondo dell’uomo che si piazza davanti ai carri armati, può essere vista anche del popolo cinese.

Con queste ultime battute, ormai lo scontro Google vs Governo Cinese è agli sgoccioli, e purtroppo i risultati delle ricerche senza censura molto probabilmente saranno un ricordo già nei prossimi giorni.

La vicenda ha fatto sicuramente onore al gigante delle ricerche, che non ha fatto marcia indietro nemmeno quando ha saputo di rischiare introiti astronomici, visto che la Cina è uno dei mercati più fiorenti e prosperosi, nel quale però non c’è spazio per Google che pretende una Rete libera per tutti.

2 Comments

  1. claudio ha detto:

    mitico google! non pensavo l’avrebbe fatto veramente! ho appena rivalutato l’azienda americana alla luce di questo articolo!!

    1. TuttoVolume ha detto:

      Non c’è che dire, Google ha dimostrato un grande coraggio, e credo meriti apprezzamento da parte di tutti per come si è comportato in questa vicenda.

Rispondi