GIMP 2.8: interfaccia a finestra singola, barra delle anteprime e Polaroid, ecco alcune delle novità.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Anche se è un ottima alternativa gratuita a Photoshop, molti utenti non amano GIMP per via della sua interfaccia multi-finestra che rende difficile l’adattamento.

Come preannunciato qualche settimana fa, ora gli sviluppatori di GIMP fanno sapere che la nuova versione del programma di fotoritocco avrà anche un interfaccia a finestra singola.

E’ sicuramente una buona notizia per quelli che amano il programma ma non riescono ad adattarsi, e questo senza infastidire gli utenti che adorano l’interfaccia multi-finestra, visto che la versione 2.8 di GIMP sarà caratterizzata dalla possibilità di scegliere come lavorare.

GIMP finestra singola:

GIMP_2.8_finestra_singola

La modalità finestra singola e multipla, può essere impostata anche durante il normale utilizzo del programma, e potremo decidere di staccare dalla finestra principale anche una sola barra delle due presenti ai lati.

GIMP multi-finestra (classico):

GIMP_2.8_multi_finestra

Insomma gli sviluppatori hanno reso felici entrambe gli utenti, inoltre l’interfaccia singola non è la sola novità. 

Nell’ultimo Photoshop CS4 sono state integrate le schede, ma non aspettatevi di trovarle anche in GIMP 2.8.

GIMP_2.8_Barra_anteprime

Piuttosto è stata introdotta la barra delle miniature, un menu che ci mostra le anteprime di tutte le immagini a cui stiamo lavorando, in una pratica barra che può essere posizionata in alto, in basso, a destra o a sinistra. Anche la dimensione delle miniature può essere modificata, più piccole saranno, e più ne potremo vedere nella barra senza scorrere.

GIMP_2.8_Polaroid

Un’altra idea interessante sono le cosiddette "Polaroids", finestre galleggianti indipendenti che possono essere utilizzate come riferimento mentre si lavora su un’immagine nell’editor. Oltre alle immagini completa, saremo in grado di selezionare una regione e copiarla in una Polaroid, molto utile per fare un lavoro particolare.

Insomma, mi sembra che gli sviluppatori stiano facendo un ottimo lavoro.

Se volete scoprire altri dettagli sul prossimo GIMP 2.8 e vedere altri screenshot, raggiungete il post pubblicato da uno degli sviluppatori.

E voi cosa ne pensate di GIMP 2.8?

7 Comments

  1. Mirko ha detto:

    Ciao,
    io utilizzo GIMP fin dalle prime versioni che giravano su sistemi Linux.

    Non lo ho mai utilizzato in ambito professionale, lo sempre adoperato per creare o ridefinire delle immagini poi utilizzate sul mio spazio web.

    Però devo riconoscere che mi è sempre stato utile e, anche se all’inizio potrebbe sembrare poco intuitivo, mi sono trovato bene nell’utilizzarlo.

    Ogni nuova versione che ho installato e provato ha sempre portato con se novità nelle features e ha sempre facilitato il modo di utilizzo rispetto alla precedente release.

    Ora proverò anche questa, sicuro che sarà migliore della precedente.

    Ciao e grazie della notizia.
    Mirko

    1. TuttoVolume ha detto:

      Grazie a te Mirko per aver condiviso il tuo parere, con cui sono pienamente d’accordo.
      GIMP è un altro programma Open Source che come Firefox merita l’attenzione degli utenti, che troppo spesso si sbattono per installare una versione piratata di Photoshop, senza sapere che esiste un programma completamente gratuito, e molto più leggere (tanto che esiste anche in versione portable), che può soddisfare le esigenze anche dei più smaliziati.

  2. Fabio ha detto:

    Utilizzo gimp da oltre un anno, ed è un programma che adoro.
    L’uso che ne faccio?
    Ritocco foto bianco/nero; poi le coloro e le stampo.
    I risultati sono splendidi…
    Come ogni software, anche gimp va studiato prima di essere utilizzato.
    Magari vedendo i tutorial presenti in rete.
    Perché fotoricco non è solo usare un timbro per coprire un’area danneggiata; è molto di più! e Gimp ha tutte le caratteristiche che servono….basta solo saperlo utilizzare!

    1. TuttoVolume ha detto:

      Caro Fabio sono daccordissimo con te, infatti sul precedente post dove annunciai le modifiche all’interfaccia della prossima versione (http://www.tuttovolume.net/immagini/the-gimp-2-8-potrebbe-avere-un-interfaccia-mono-finestra/), ho mostrato anche alcuni progetti a cui sto lavorando esclusivamente con The GIMP.

      Ho disegnato l’header del blog, creato l’avatar e la favicon. Il tutto sarà utilizzato nel nuovo layout di questo blog, che spero di poter ultimare al più presto, tempo permettendo.

  3. […] prossimo alla versione 2.8, ormai viene considerato da molti utenti come un applicazione professionale, e quindi non più […]

  4. […] In questo articolo presente sul sito TUTTO VOLUME sono descritte tutte le nuove funzionalità della prossima versione, vi consiglio di andare a darci un’occhiata! […]

  5. […] come per il cugino GIMP, anche Inkscape supporta i plugin, e questo permette di cimentarsi con la grafica vettoriale anche […]

Rispondi