Il 41% degli utenti Facebook accetta le richieste di amicizia dagli sconosciuti.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Facebook richieste amicizia Il risultato dell’ultima indagine eseguita dalla Sophos, almeno per me, non è inaspettato, ma lascia comunque perplessi.

Lo studio rivela che ben il 41% degli utenti di Facebook, accetta ciecamente ogni richiesta di amicizia che perviene nel proprio account. Se state pensando che ciò sia normale, e che anche voi fate lo stesso, allora vuol dire che anche voi non avete capito quali sono i rischi che si corrono.

Quando si accetta l’amicizia di una persona, si fornisce automaticamente l’accesso a tutte le informazioni personali del proprio profilo. Un malfattore con intenzioni che vanno al di la del semplice scambio di informazioni, molto facilmente può avere accesso al nome e indirizzo email dell’account, cioè tutto quello che serve per rubare la vostra identità. In casi ancora più gravi, può addirittura venire in possesso di numeri di telefono, indirizzo di casa e del posto di lavoro, senza contare le altre info provenienti da aggiornamenti di stato, video e immagini postate sul social.

Furto identità FacebookSophos aggiunge, che dieci anni fa era necessario un investigatore privato e mesi di appostamenti per appropriarsi delle stesse informazioni che invece su Facebook sono disponibili dopo soli 5 minuti.

Anche dopo tutto questo successo ottenuto, sono molti gli utenti che non hanno capito ancora cosa sia Facebook, come usarlo e quali rischi si corrono. Facebook è nato come servizio dove permettere lo scambio di informazioni tra persone che già si conoscono, e non un posto dove fare nuove amicizie. E’ anche per questo che si usa nome e cognome per iscriversi al social, e non i soliti nickname.

Mi farebbe piacere sapere come vi comportate voi con le richieste di amicizia. Accettate indistintamente, o vagliate le richieste caso per caso?

Rispondi