Facebook migliora le opzioni di ricerca, integrando anche gli aggiornamenti e i post.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

facebook-search Ogni giorno, 250 milioni di utenti in tutto il mondo producono una valanga di nuovi contenuti, che poi vengono costantemente postati su Facebook. Immagini, link, post, video, ecc, riempiono le pagine e i profili di faccialibro, con novità che non si riuscirebbero a consultare nemmeno se ognuno di noi vivesse per 1000 anni.

Questa enorme mole di dati, si perde nei meandri di Facebook, sostituita da nuovi aggiornamenti che sotterrano quelli vecchi. Per non sprecare tutta questa abbondanza, gli sviluppatori di Facebook hanno rivisto il motore di ricerca interno, che ora non è più limitato ad essere usato solo come una sorta di elenco telefonico, dove trovare nuovi amici inserendo nome e cognome, ma può essere sfruttato anche per cercare i contenuti postati dagli utenti.

Per accedere a tutte le funzioni del nuovo motore, basta inserire un termine nella casella di ricerca e cliccare Invio.

search-facebook

Oltre ai risultati inerenti le pagine dei profili, verranno mostrati anche i post pubblicati dagli amici. Sulla barra a sinistra sono presenti i filtri, che come sulla bacheca del nostro profilo, permettono di restringere i risultati, e in questo modo potremo visualizzare anche gli aggiornamenti pubblicati da altri profili che non fanno parte della nostra cerchia di utenti aggiunti come amici.

filtri

La barra dei filtri presente subito sopra l’elenco dei risultati, ci consente inoltre si filtrare gli elementi, scegliendo ad esempio solo una determinata lingua, o solo i link, le note, o gli aggiornamenti di stato.

I risultati sono aggiornati in tempo reale, e anche i contenuti postati qualche tempo fa vengono inclusi, quindi non si perderà più nulla, e tutto potrà essere riesumato. Ovviamente nei risultati non sono presenti quelli dei profili che hanno modificato le impostazioni sulla privacy, permettendo la visualizzazione solo ad amici.

Questo cambiamento è stato apportato principalmente per non perdere il treno delle ricerche in tempo reale, campo di battaglia in cui si stanno scontrando servizi come Twitter, Delicious, e anche FriendFeed, che un paio di giorni fa è stato acquistato da Facebook, ma che presto verrà integrato anche nei classici motori come Google e Bing.

Inoltre le nuove opzioni di ricerca, serviranno per monetizzare ulteriormente il servizio. Infatti ora i partner potranno mostrare annunci contestuali in base a ciò che si cerca, proprio come già si vede in Google.

E’ il caso di dirlo, hanno saputo combinare l’utile con il dilettevole.

One Comment

  1. […] vedere il post originale qui 0 people like this post. […]

Rispondi