L’UE dice si al Browser Ballot con 12 browser in ordine sparso. Marzo 2010 la data di rilascio.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

UE Browser Ballot Oggi è un importante giorno per 100 milioni di utenti residenti nei paesi dell’Unione Europea, che segnerà il futuro di Internet dei prossimi anni.

Con queste parole esordisce il comunicato divulgato dalla Commissione Europea che mette la parola fine ad una spinosa questione motivo di aspre discussioni per tutto il 2009.

La questione riguarda la competizione nel mercato dei browser web, e l’imposizione dell’anti trust che ha costretto la Microsoft a fornire una scelta ai propri utenti.

Alla soluzione ci si è arrivati dopo aver vagliato diverse proposte, fino a trovare quella più adatta e cioè, un Browser Ballot, ovvero una schermata dove l’utente potrà selezionare il browser web da utilizzare.

Anche le modalità sono state motivo di discussione, in quanto l’ordine dei 12 browser che verranno mostrati nel Ballot Screen potrebbe influire sulla scelta dell’utente, e quindi si è dovuti arrivare ad un accordo anche per questo.

Ballot Screen

Alla fine è stato scelto l’ordine casuale, soluzione che ha messo d’accordo tutte le azienda, ma soprattutto è stata vagliata positivamente dall’UE, l’ultima ad avere voce in capitolo.

La Microsoft ora avrà tempo fino a Marzo 2010 per rilasciare il Ballot Screen ai suoi utenti mediante Windows Update. L’aggiornamento dovrà permettere anche di disinstallare Internet Explorer dai sistemi Windows XP e Windows Vista, cosa che è invece già possibile in Windows 7.

Durante questo periodo, anche altri dovranno adeguarsi. Infatti sono ancora molti i siti web che permettono l’accesso o la fruizione dei contenuti solo navigando con Internet Explorer.

Rispondi