The Gimp 2.8 potrebbe avere un interfaccia mono finestra.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

The_Gimp_2.8 Pur essendo uno dei software di editing delle immagini più interessanti nel mondo del software libero, Gimp è stato rifiutato da una grande percentuale di utenti per via della sua interfaccia multi-finestra. Ora, uno dei principali sviluppatori del software, Martin Nordholts, propone un cambiamento radicale nell’aspetto della prossima versione.

Nel messaggio pubblicato (via) sul forum degli utenti di The Gimp, Martin rende chiara la sua intenzione di iniziare a lavorare al più presto insieme a Peter Mattis allo sviluppo di questa nuova interfaccia, anche se deve ancora decidere se tentare di preparare il tutto per l’imminente versione 2.8 o attendere la più lontana 2.10.

In Gimp 2.6 abbiamo già visto notevoli cambiamenti nell’interfaccia, che hanno convogliato la maggior parte degli strumenti nella finestra di editing, lasciando le altre finestre come ausiliari. Nella versione attualmente in sviluppo è stato fatto un ulteriore passo, rendendo ancor più marginali le funzioni presenti nelle altre finestre.

Gimp_2.6

E ‘ancora da decidere come e quando avverrà questa trasformazione dell’interfaccia di The Gimp ad una singola finestra, ma la tendenza è chiara ed è solo una questione di tempo per trovare la formula giusta.

Personalmente gradirei avere entrambe le interfacce, con la possibilità di scegliere quale utilizzare. Dovrebbe esserci anche un plugin che permette di modificare l’interfaccia di The Gimp 2.6, ma non ricordo come si chiama. Qualcuno di voi lo conosce?

A proposito, ne approfitto per mostrarvi il nuovo header e la nuova favicon del blog TuttoVolume, creati appunto con The Gimp. Manca ancora qualche ritocco, e poi sarà pronto, e verrà accompagnato anche da una nuova veste tutta da sviluppare.

Che ne dite, vi piace?

10 Comments

  1. Dingo ha detto:

    A mio modo di vedere, la finestra unica è desiderata solo dai *drogati* di photoshop, le multifinestre vanno benissimo, smettiamola di copiare in peggio, mi auguro che ci ripensino. Io uso Gimp proprio per le finestre multiple, tanto comode

    1. TuttoVolume ha detto:

      Dingo, premetto che anch’io gradisco le finestre multiple, ma in verità non solo Photoshop, ma tutte le applicazioni usano una singola finestra. In effetti Gimp è l’unico programma ad usare questa particolare interfaccia, che ripeto, io adoro e trovo molto pratica.

  2. Dingo ha detto:

    E questa ti sembra una buona ragione per

    A – alienarsi tutti quelli che usano Gimp per le multifinestre
    B- copiare una cosa solo perché la fanno tutti?

    avete mai pensato que è questa la forza di Gimp?

    I *drogati* di photoshop non sanno forse che esiste una versione pensata per la loro dipendenza da finestra unica GIMPSHOP, ragion per cui non c’è motivo di sravolgere un buon progetto come quello di Gimp

    1. TuttoVolume ha detto:

      Dingo purtroppo dobbiamo ragionare con la testa degli sviluppatori, loro vogliono che il programma sia utilizzato da quante più gente possibile, e credo che chi usa Gimp con l’interfaccia multi-finestra lo userà anche se un giorno la finestra fosse solo una, ma allo stesso tempo anche tanti altri potrebbero avvicinarsi al programma, e credo che questa sia la sola cosa importante, sia per che lo us da tempo, e sia per chi non lo conosce.
      Lo so che ci sono plugin per abilitare la finestra singola, ma chi si avvicina al programma, si perde d’animo appena vede tutte quelle finestre, chiudendo Gimp per sempre (credimi è cosi, ho consigliato il programma a tante persone, e ho avuto sempre la stessa risposta).

      Comunque non siamo gli unici a volere lasciar le cose come stanno, e basta fare un giro sui forum per capirlo. Quindi credo che alla fine anche se venga introdotta questa nuova concezione, sia comunque possibile scegliere quale utilizzare.

  3. Dingo ha detto:

    Io usavo Photoshop intensamente quando ho scoperto GIMP e l’ho subito amato per le multifinestre, tanto comode

    diciamo piuttosto che chi non si trova fa parte di quelle persone che rinunciano a fare anche i più piccoli sforzi di adattamento e non si può rovinare un’interfaccia per mettersi al loro (basso) livello, come vorrebbero fare quelli di OpenOffice copiando il Ribbon di Micro$oft Word

    1. TuttoVolume ha detto:

      Io credo che carpire le buone idee dei concorrenti per migliorare un applicazione sia una buona cosa per noi utenti, se no non avremmo, ad esempio, la navigazione a schede nei browser, la struttura ad albero per i file manager, e tante altre cose.

      Il menu Ribbon non è male, ed io personalmente mi sono subito abituato in tutti i nuovi programma che utilizzano questo tipo di interfaccia e credo di potermi abituare anche ad OpenOffice o Gimp qualunque modifica venga apportata.

      Non è questione di sforzi per adattarsi, piuttosto si tratta di uniformare le applicazioni, in modo che l’utente le possa usare indistintamente. Ad esempio, tutti i programma usano i menu File, Modifica, Visualizza,ecc posizionati nello stesso ordine in alto a sinistra, e questo livella la curva di apprendimento.

      Pensa se ogni programma facesse la sua interfaccia con menu tutti diversi e in ordine sparso, sarebbe un bel problema. Ecco perché Gimp vuole adottare la finestra singola, per consentire all’utente di ritrovarsi subito in un ambiente familiare, dove potrà subito iniziare a lavorare.

  4. […] preannunciato qualche settimana fa, ora gli sviluppatori di GIMP fanno sapere che la nuova versione del programma di fotoritocco avrà anche un interfaccia a […]

  5. johnj ha detto:

    ci saranno le due interfacce a scelta

    comunque insieme a molte caratteristiche di vario tipo (miniature particolari, un livello vettoriale, gestibilità dei livelli per gruppi, pennelli ruotabili…) che ne faranno un concorrente perfetto per photoshop, per quanto riguarda il web

    per competere in altri settori mancano tutte le cose che richiedono profondità di colore, in pratica più informazioni

    si aspetterà la versione successiva che implementando gegl permetterà:
    -quadricromia
    -non distruttività
    -hdr et simila
    -filtri di livello

    io spero anche che prima o poi integrino due versioni che per ora sono sperimentali con pennelli painter (gimpainter e gimpaint, mi pare)

    a quel punto non capirei davvero chi spendesse un occhio della testa per photoshop, o chi sio accontentasse della versione elements o di altri programmi molto meno potenti di gimp

    1. TuttoVolume ha detto:

      Infatti Johnj il post risale a prima che la notizia fosse ufficiale, ed ho poi aggiornato in un nuovo post che si può leggere a questo indirizzo: http://www.tuttovolume.net/news/gimp-2-8-interfaccia-finestra-singola/

  6. […] assieme ad Ubuntu (e altre distro), tra i programmi che vengono pre-installati c’è sempre stato The Gimp, alternativa open source a Photoshop, con cui gli amici del pinguino da sempre editano, tagliano e […]

Rispondi