OpenOffice 3.2.0 pronto per la distribuzione.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

OpenOffice 3.2.0 Dopo numerose Beta e 5 RC, la relase stabile di OpenOffice 3.2.0 è stata finalmente mesa a punto, ed attualmente la popolare suite office open source, è in fase di distribuzione ai mirror di tutto il mondo al fine di garantire i download a tutti gli utenti.

La suite è stata sottoposta ad una completa revisione che interessa tutti i programmi in essa inclusi, ma più che all’aspetto, si è dato peso alle caratteristiche.

I miglioramenti hanno permesso una sostanziale riduzione dei tempi di avvio per Writer, Draw e Calc, che arrivano fino al 50% in meno, in soldoni, quasi 5 secondi. Il supporto per il formato ODF è stato migliorato oltre ad essere stato aggiunto il supporto per i formati proprietari di Microsoft Office per i documenti XML protetti da password.

OpenOffice_3.2.0

 OpenOffice_3.2.0_Writer

Se siete interessati, nel frattempo che venga reso disponibile il programma sulla pagina di download (dove è ancora offerta la versione 3.1 stabile e la RC 5 di OpenOffice 3.2.0) potete dare un’occhiata alla pagina New Featurs per conoscere tutte le modifiche e le novità presenti in Open Office 3.2.0 ordinate per applicazione.

17 Comments

  1. Dingo ha detto:

    In effetti la versione stabile e finale 3.2 (che è uguale alla RC5) è già disponibile sui mirror

    gli utilizzatori di Puppy Linux (e di Linux in generale), a seconda del kernel utilizzato, possono valersi di questi moduli sfs (squash filesystem) che facio mi, per usare OpenOffice senza installarlo (che è cosa preistorica e antiquata, nonché windowsesca)

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/programs:office_suite

    montandoli in loop

    mount -o loop /modulosfs.sfs percorsoincuilovuoimontare

    o doppiocliccandoci sopra (in puppy linux, non so in altre distribuzioni)

    poi andando a cercarsi gli eseguibili swriter, scalc, sdraw ecc… nelle varie sottocartelle, cliccate e il programma si avvia (verrà creata una cartella di configurazione utente in

    /root/.config/ (o, a seconda dei casi /home/.config)

    la grande comodità è quella di avere così a disposizione tutte le versioni di OpenOffice che si vuole montandole o smontandole al volo (in indows si ottiene lo stesso effetto con le versioni portabili)

    venerdì o sabato, non appena saranno ultimati i test sulla versione italiana, caricherò anche quella

  2. Dingo ha detto:

    OpenOffice in italiano rilasciato ieri dal PLIO

    i moduli sfs li ho fatti ieri sera e caricati:

    chi fosse interessato può prelevarli da qui:

    http://www.italianpuppy.org/forum.html

    cogliendo l’occasione per segnalare un nuovo sito che intende italianizzare Puppy Linux

    1. TuttoVolume ha detto:

      Dingo mi sapresti consigliare una versione di Puppy per il mio PC un po’ vecchiotto che uso come una sorta di server?

      1. Dingo ha detto:

        e vuoi continuare ad usarlo come server o come desktop? che potenza ha il processore?

        ci sono versioni di Puppy come

        *Uhuru Linux*
        http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/pupplets:uhuru_linux

        che l’autore assicura essere ottimizzate per P166 e 64 MB di RAM

        oppure (ma occorre un computer un po’ più potente)

        *serverpuppy*
        http://www.browserpuppy.com/server.html

        per usarla come server

        1. TuttoVolume ha detto:

          Voglio usarlo come Desktop. La potenza del processore è circa 1,5 GHz, mentre la RAM è di 750 MB. Ora ci tengo installato Ubuntu in multi-boot con XP, e non va poi tanto male ma so che potrebbe essere più veloce con una distro ottimizzata per PC poco potenti.

  3. Dingo ha detto:

    allora una qualsiasi serie di Puppy Linux (serie standard)

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/

    va bene (poi bisogna dedicarci un po’ di tempo per personalizzarla)

    ci sono poi tutta una serie di versioni derivate che hanno diverse personalizzazioni (i widget sul desktop, le trasparenze nella console ecc… – muppy e muppy-mini)

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/pupplets

    ci sono versioni con KDE

    http://lhpup.org/

    e altre con GNOME (non ricordo ora il link), si tratta di prendere un riscrivibile e provare. con 750 MB di ram, quasi tutte (tranne la mostruosa e onnicomprensiva Muppy live (765 MB)

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/pupplets:muppy_live_0084c

    si caricano in RAM (quando uno le testa da live cd)

    Puppy Linux, in installazione frugale

    http://www.italianpuppy.org/index.php?option=com_jfusion&Itemid=54&jfile=index.php&topic=12.0

    si riserva una porzione di memoria pari ad 1/8 della ram installata, per la sua cartella dei temporanei – ad esempio per parcheggiarvi la cache dei video in flash (questo valore può essere cambiato editando opportunamente un file in initrd,gz contenuto nell’immagine ISO con ISOMaster ad esempio)

    avviata da live cd occupa circa il doppio, in ram, delle sue dimensioni, così, ad esempio, io che ho 655 MB di RAM, quando eseguo da cd live, una qualsiasi versione di Puppy Linux intorno ai 100 MB, me ne ritrovo, dopo l’espansione in RAM, 312 ancora liberi /parliamo di memoria ram). naturalmente questo è per i live cd che si creano il loro filesystem temporaneo in ram

    bisogna provare e vedere quale versione (ce ne sono tante) ci soddisfa di più

  4. Dingo ha detto:

    avevo aggiunto un lungo commento dettagliato, ma non lo vedo….

    1. TuttoVolume ha detto:

      Dingo non so se ne sia un altro, ma qui sopra c’è quello dove mi chiedi se voglia utilizzarlo come server o desktop.

      I commenti con più di un link non vengono postati senza moderazione, ma dopo la notifica ho subito approvato il tuo commento.

  5. Dingo ha detto:

    ho provato a ripostarlo adesso ma dice che ha identificato un commento duplicato: la qual cosa non è vera visto che il post che ho scritto ieri non è mai apparso, forse lo ha in coda e perciò lo considera duplicato?

    1. TuttoVolume ha detto:

      Dingo ho trovato il commento, che ora è stato pubblicato.

      Io conosco il mondo Linux quanto basta per installare il sistema e i programmi, quindi vorrei un consiglio diretto sulla distro da installare da te che le hai già provate.

      Secondo te quale andrebbe meglio per la configurazione del PC?

  6. Dingo ha detto:

    *Muppy Mini*
    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/pupplets:muppy-mini

    ha già parecchi programmi (beh, il menu è un po’ curioso, aprendosi in alto)

    le altre versioni hanno lo stretto essenziale che è pur sempre più dello stretto essenziale delle varie Ubuntu (puppy ha già l’ultima versione del flashplayer disponibile all’epoca del rilascio della versione); quello che ingigantisce Ubuntu sono le dipendenze di Gnome o KDE, puppy ha jwm o icewm a seconda delle versioni (ma puà avere tutti i window manager che uno vuole)

    i programmi in puppy linux si installano cliccando sui pacchetti .pet (ne ho una grande raccolta su dokupuppy) oppure usandoli montati come sfs (nel forum italiano di puppy linux spiego come usarli)

    per questioni di praticità (visto che può installare direttamente oltre ai pacchetti .pet anche quelli di debian) la versione 4.3.1 può essere una buona scelta, anche perché fa scegliere la localizzazione (ora, data e altre cose, visto che i file italiani non ci sono ancora, ma solo per poco) in fase di avvio da live CD

    quantomeno, poiché si carica tutta in ram (e si può togliere il cd) si può valutare direttamente da live come sembra il pc con la tale versione; la cosa più importante è vedere il supporto alla scheda wireless (se funziona in Ubuntu deve funzionare anche in Puppy se l’adapter ha il supporto nel kernel linux)

    ci sarebbe, a dire il vero, una versione ancora sperinentale di Puppy Linux (dpup) che risolve automaticamente tutte le dipendenze di un pacchetto, quando o si scarica tramite il clone, in dpup, del gestore pacchetti di Debian, ma non funziona ancora bene

    quando io faccio un pacchetto lo faccio completo di tutte le dipendenze, altrimenti le accludo in file separati (o compilo staticamente così che non richieda dipendenze esterne)

    bisogna farci un po’ l’abitudine; poi dipende certo dalle esigenze, se decidi di provare e ti manca qualche pacchetto e non lo trovi su dokupuppy o hai problemi, il forum italiano su italianpuppy.org è per servirvi

    1. TuttoVolume ha detto:

      Ok Dingo, adesso provo questo Muppy Mini e vedo come mi trovo. Per il wireless non ho problemi, visto che il PC è collegato mediante cavo. L’unica cosa che non ho capito, posso installare i programmi per Linux da un GUI o da terminale?

      Grazie 😉

  7. Dingo ha detto:

    puppy linux è a pacchetti – se io voglio, ad esempio, inkscape (funziona solo con la serie 4.3.xx, con le altre mi dà degli errori strani in compilazione che sto cercando di interpretare), scaricherò da qui:

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/programs:drawing

    il pacchetto .pet di inkscape 0.47

    che ho fatto completo di tutte le dipendenze (ma per programmi tanto grossi sono consigliati imoduli sfs – vedi forum italiano per istruzioni sull’uso dei moduli sfs

    dopo l’installazione il menu si aggiornerà automaticamente e la nuova applicazione sarà disponibile

    se io ho bisogno di un programma che non sia stato ancora pacchettizzato per puppy linux, andrò su packages.debian.org e scaricherò i pacchetti che mi interessano (con le eventuali dipendenze) poi li installerò uno ad uno – se non ci fosse, andrò a cercare nei repertori software di mepis o Fedora (in questo ultimo caso userò rpm2pet (pacchetto aggiuntivo da installare reperibile su dokupuppy previa installazione di unrpm.undeb)

    tutto ciò richiede qualche sforzetto in più del digitare il nome del programma da terminale ma ha dei vantaggi:

    – mantiene il sistema più pulito
    – allena la mente

    poi se un pacchetto non esistesse ancora e quello disponibile per debian o ubuntu fosse incompatibile (talvolta succede per la differente versione di glibc) si può richiedere a me o agli altri pacchettizzatori del forum

    1. TuttoVolume ha detto:

      Ho capito. A me non è che servono tanti programmi, mi basta che si possa installare Firefox, Filezilla Server, un client BitTorrent e, non indispensabile, un download manager tipo Jdownloader o Tucan.

      Il PC su cui intendo installare Puppy, verrà utilizzato come una sorta di serbatoio per i file, per tutti gli altri programmi, nella rete ci sono altri 3 PC (Windows 7 e Vista in multi-boot più uno con XP e l’altro con Ubuntu e Kubuntu sempre in multi-boot) per cui i programmi veri e propri (Office, GIMP, Inkscape, e diversi altri per masterizzare o giocare con i video) li installo li, ma sposto i file nel serbatoio per averli sempre a disposizione su tutti.

      Si potrebbe installare una versione Server, ma preferisco quella desktop perché ho comunque la possibilità di utilizzare Synergy per condividere mouse e tastiera, per cui mi trovo meglio cosi.

      Ti ringrazio nuovamente per le dritte, sei stato gentilissimo.

      Ciao Ciao Dingo

  8. Dingo ha detto:

    puppy include già Transmission com client bit-torrent, filezilla lo conoscevo solo come client (ma forse è client e server insieme) se è così c’è già su dokupuppy altrimenti o lo compilo io o lo prendi dai pacchetti di debian

    su dokupuppy c’è una ampia selezione di download manager

    http://puppylover.netsons.org/dokupuppy/programs:download_manager

    1. TuttoVolume ha detto:

      Filezilla esiste in versione Server, ma è solo per Windows. Fa lo stesso lavoro del Client FTP, ma permette di gestire le cartelle in una rete locale, ed accedervi dalla LAN.

      Forse ne posso fare a meno, visto che Linux di base offre molte più opzioni per la condivisione dei file. A questo proposito, potresti consigliarmi un programma tipo Samba, oppure c’è già qualcosa in Puppy?

Rispondi