XP Mode anche sui PC che non supportano la virtualizzazione hardware grazie a VMLite.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

VMLite XP Mode Si è ampiamente parlato della funzione XP Mode e della sua utilità, quindi do per scontato che ormai tutti sappiate cos’è XP Mode.

In parole semplici, XP Mode è una funzione che Microsoft ha implementato in Windows 7 per garantire l’assoluta compatibilità del sistema anche con i vecchi programmi creati per funzionare su Windows XP.

Chi conosce XP Mode e ha intenzione di utilizzarla per sfruttare un vecchio programma, saprà anche che la caratteristica viene resa disponibile solo per alcune versioni di Windows 7, ovvero la Professional e Ultimate.

Chi ha una di queste versioni di Windows 7, può scaricare gratuitamente tutto il necessario dal sito Microsoft, e installare la funzione XP Mode.

Tuttavia, la versione di Windows 7 installata non è l’unico requisito richiesto. Infatti per usare XP Mode, è necessario che la macchina supporti la virtualizzazione hardware. Il requisito è quasi sicuramente soddisfatto dai PC recenti, se invece il PC è stato comprato da un anno circa, è opportuno verificare il supporto alla virtualizzazione hardware usando il tool reso disponibile dalla stessa Microsoft o il programma Securable.

VMLite Se la verifica desse esito negativo, c’è una soluzione per utilizzare XP Mode anche su macchina che non supportano la virtualizzazione hardware.

Questo è possibile grazie a VMLite, un programma gratuito che permette di installare una versione di Windows XP non solo all’interno di Windows 7 (tutte le versioni), ma anche nei sistemi Windows precedenti.

VMLite Workstation

Anche se il nome VMLite potrebbe far pensare al programma VMWare, in realtà si tratta di una versione ottimizzata di VirtualBox, programma open source conosciutissimo e apprezzato nel mondo della virtualizzazione.

La differenza tra VMLite e VirtualBox, sta nel fatto che il primo supporta l’installazione di XP Mode cosi come viene rilasciato dalla Microsoft e inoltre permette di lanciare le applicazioni installate all’interno della macchina virtuale, direttamente dalla cartella del menu Start.

VMLite applicazioni virtuali

Per il resto il programma è del tutto identico a VirtualBox, quindi l’utente una volta saggiata la bontà della virtualizzazione, può lanciarsi nel provare anche altri sistemi operativi.

Come ho pocanzi accennato, VMLite è un programma gratuito, ma occorre iscriversi al sito prima di scaricarlo. La procedura è la solita, serve quindi un nome e un indirizzo email, dopodiché potremo accedere e scaricare il programma VMLite Workstation Setup (54 MB), e quindi installarlo.

VMLite installazione drvier

L’installazione è semplice, e le uniche accortezze riguardano la conferma alle 3 richieste di installare nuovi driver che serviranno alla macchina virtuale per interfacciarsi con Internet, i dischi rigidi e le periferiche USB.

VMlite installa XP Mode

Al termine dell’installazione, possiamo passare alla vera installazione di XP Mode. Per lanciarla dobbiamo scegliere la voce VMLite Wizard dalla cartella VMLite Workstation del menu Start.

VMLite download XP Mode

La prima schermata ci chiederà di scegliere da dove vogliamo prelevare il pacchetto XP Mode. Se lo abbiamo già scaricato dal sito Microsoft, possiamo indicare il percorso, al contrario spuntiamo la casella Download from the Internet, e indichiamo la lingua italiana dal menu a tendina.

VMLite crea utente XP Mode

Ora dovremo attendere che venga ultimato il download e l’estrazione dei file, e al termine completare la procedura di installazione indicando il nome del sistema, quello dell’utente e una password.

Attendiamo che l’installazione venga ultimata, e al termine ci troveremo all’interno di Windows XP.

XP Mode in VMLite

Ora potete installare nuovi programmi e usare Windows XP virtualizzato (guest) come avete sempre fatto nel vostro vecchio PC. Potete anche collegarvi ad Internet e accedere ai file salvati in Windows 7 (host) che si troveranno nella cartella H:\c (H sarebbe il drive principale della macchina virtuale, Guest, mentre C è il drive di Windows 7, Host).

Chi ha già usato VirtualBox non farà fatica ad utilizzare VMLite, ma anche tutti gli altri possono trovare decine di guide e tutorial per risolvere ogni tipo di problema e installare nuovi sistemi operativi.

Se qualche passaggio dell’installazione di VMLite Workstation e XP Mode non vi è chiara, gli sviluppatori hanno messo a disposizione un PDF dove molto dettagliatamente vengono analizzati tutti i passaggi, guidando l’utente alla configurazione e uso della macchina virtuale.

Lo stesso team che ha sviluppato VMLite, a breve rilascerà altri programmi molto interessanti come ad esempio MyOldPC, applicazione per trasformare un sistema operativo in un file VHD da usare in VMLite Workstation, e VMLite VirtulApps Player, strumento per la virtualizzazione dei software.

Se siete interessati ai progetti, date un occhiata al sito ufficiale VM Lite per i dettagli.

35 Comments

  1. Alessandro ha detto:

    Complimenti, ottima guida!!! Ho una curiosità. Posseggo un sony vaio e sto letteralmente impazzendo per trovare un modo per sbloccare la virtualizzazione, che è bloccata dalla nascita dei vaio dalla stessa mamma sony. Che voi sappiate posso risolvere il problema seguendo questa guida, in un certo senso aggirare l’ostacolo???

    1. TuttoVolume ha detto:

      Ale non so se si possa fare su tutti i modelli di Sony Vaio, ma dopo l’uscita di Windows 7 le aziende hanno rilasciato un aggiornamento del Bios che abilita tale funzione. Prova a controllare il sito Sony e cercare se ci sono aggiornamenti per il tuo modello.

      Inoltre esistono dei sistemi per sbloccare la virtualizzazione hardware dei portatili Sony Vaio in cui mi sono imbattuto l’altro giorno, proprio mentre scrivevo il post. Se ne parla in questo forum: ( http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1863067 ). Ovviamente questi hack sono alquanto pericolosi, e vanno fatti solo se si sa quello che si sta facendo in quanto un disastro del Bios può compromettere irreparabilmente il computer.

      Comunque, con VMLite non ci sono problemi, lo strumento è stato creato apposta per i computer che non supportano in nessun modo la virtualizzazione hardware. In pratica non è altro che una versione rivista di VirtualBox, e oltre a XP Mode, con esso puoi installare qualunque tipo di sistema operativo (a parte i MAC) ed utilizzarlo all’interno di Windows.

      Ciao ciao Ale

      1. Alessandro ha detto:

        Perfetto, ti ringrazio. Sei stato gentilissimo. Ho appena installato tutto ed è andato a meraviglia. Grazie ancora. A presto!!

  2. Nicola ha detto:

    Ho un problema. Quando installo il programma si win7 ultimate mi appare il seguente messaggio:

    Can’t install network filter driver: Operazione completata

    Ho provato di tutto, ma niente. Esiste un modo per risolvere?

    1. TuttoVolume ha detto:

      Nicola prova a lanciare l’installazione come amministratore. Io ebbi lo stesso problema, ma con VirtualBox che installai su una partizione diversa da quella del sistema operativo. Ho poi risolto installando VirtualBox nella stessa partizione (C:\ nel mio caso) di Windows.

      Tu comunque prova a vedere se funziona l’accesso ad Internet dalla macchina virtuale. Se riesci a collegarti ad Internet da XP, usa il programma senza problemi, magari nelle prossime versioni potrebbe venir risolto il bug.

  3. Alessandro ha detto:

    Ehi, avrei un’altra curiosità. Se volessi virtualizzare ubuntu ad esempio con wm lite, come potrei fare? Ho visto che il wizard cerca in automatico files .exe, ma di ubuntu ho l’iso. Lo devo convertire o c’è un modo di caricarlo così come iso?

    1. TuttoVolume ha detto:

      Ale il wizard serve solo per XP Mode, se vuoi installare Ubuntu devi usare la procedura per creare una nuova macchina virtuale. Qui trovi il tutorial passo passo: http://www.tuttovolume.net/computer/tutorial-installare-ubuntu-in-windows-usando-virtualbox/

      1. Alessandro ha detto:

        Perfetto, grazie mille ancora una volta! Sempre reattivo e preciso, ora ho risolto tutti i miei problemi, grazie ancora!!!

      2. Alessandro ha detto:

        Ehi, problema… ho seguito la guida passo passo,ma quando arrivo a far caricare la iso nelle impostazioni non c’è la voce cd/dvd, quindi come faccio a caricare la iso????

      3. Alessandro ha detto:

        ho risolto…scusa il disturbo;-)

  4. Nicola ha detto:

    Ho fatto altre prove, ma niente. Ho provato pure a cambiare la cartella di installazione, ma su win7 non vuole sapere di installarsi

    1. TuttoVolume ha detto:

      Nicola il problema non è di Windows 7, ma di una periferica che evidentemente non è supportata da VirtualBox oppure non aggiornata. A me capito in un aggiornamento e per risolverlo ho dovuto prima disinstallare del tutto VirtualBox e poi ripetere di nuovo la procedura escludendo uno ad uno i driver, fino ad individuare quello che causava il problema.

      In fase di setup prova ad escludere l’installazione del driver di rete, e vedi cosa succede.
      Ho provato a cercare sul forum di VMLite, ma sembra che nessuno abbia avuto il tuo stesso problema, o forse è ancora troppo presto.

  5. Angelus ha detto:

    Ma a che serve l’opzione “crea un’istantanea”??? E poi queste “istantanee” dove si salvano??
    Poi, se il pogramma che è cpmpatibile con XP sta su un CD di installazione come faccio a farlo partire direttamente sulla macchina virtuale??? Basta inserirlo su XP mode in esecuzione???

    1. Angelus ha detto:

      con XP mode in esecuzione???*

      1. TuttoVolume ha detto:

        E una sorta di Ripristino configurazione di sistema, in pratica crea un istantanea della configurazione del sistema, permettendoti di ripristinarla quando ti pare. Ad esempio, installi un programma, ma prima di farlo crei uno Screenshot, cosi dopo se il programma non funziona puoi ripristinare lo stato della macchina a prima dell’installazione del programma.

        I file vengono salvato nella stessa cartella della macchina virtuale, e possono occupare anche diversi GB.

  6. Alessandro ha detto:

    Scusa, è l’ultima cosa che chiedo, poi non ti rompo più. Ho installato ubuntu virtuale, creando un disco virtuale di 10 giga, ma ho qualche dubbio. Se volessi eliminare ubuntu, o anche xp mode, come dovrei agire? Semplicemente cliccando su “RIMUOVI” della macchina virtuale? Si elimina tutto in questo modo, compreso disco virtuale, oppure devo seguire altro procedimento? Ti giuro, dopo questo dubbio non ti disturbo più ;-). E grazie in anticipo per il disturbo 🙂

    1. TuttoVolume ha detto:

      Quando hai creato il disco per la macchina virtuale, hai dovuto scegliere la cartella dove archiviarlo (se non ricordi dove li hai creati, entra nel gestore supporti virtuali con Ctrl + D). Oltre ad eliminare la macchina da virtualbox, vai nella cartella in questione ed elimina entrambe i file con estensione VDI e XML che fanno riferimento alla macchina (es: Ubuntu.vdi e Ubuntu.xml) Il primo è il file del disco virtuale che quindi sarà esattamente 10 GB, mentre il secondo contiene la configurazione e pesa pochi KB.

      Ecco fatto, non ci sarà nessun altra traccia da rimuovere.

      P.S. Hai installato le guest additions? Con esse sarai in grado di condividere la tastiera e il mouse senza cliccare ogni volta il pulsante Ctrl. Inoltre potrai eseguire la macchina a schermo intero, o nella modalità trasparente, fighissima, in pratica usi un sistema sull’altro, senza separarli con le finestre.

      1. Alessandro ha detto:

        Ok perfetto, risolto, ho trovato i file, però una curiosità, c’è solo quello *.vdi, dell’ *.xml nessuna traccia, è normale? Cmq si, ho istallato le guest additions ed è veramente stupendo usare quelle 2 modalità!!! E comunque grazie ancora 🙂

      2. Alessandro ha detto:

        Aspetta, rettifico la mia ultima affermazione, le guest additions le avevo installate per la xp mode e pensavo fossero installate per tutte le macchine virtuali… in effetti ho avuto qualche problema anche qui. Mi carica la iso delle guest additions, ma ci sono solo i file *.exe, i .run di ubuntu non ci sono lì dentro? Come devo fare? :-(…Pensavo di aver finito con i problemi, e invece…

  7. Angelus ha detto:

    Nel caso volessi ripristinare il sistema all’ultima istantanea fatta qual’è il procedimento?? E nel caso volessi recuperare spazio come faccio ad eliminare una istantanea fatta???

    1. TuttoVolume ha detto:

      Angelus nella finestra principale di VirtualBox o VMLite, trovi la scheda Istantanee da dove puoi scegliere da quale Screenshot avviare il sistema, ripristinare o scartare quelle che non vuoi più utilizzare.

  8. TuttoVolume ha detto:

    Ale per installare la guest additions in Ubuntu, innanzitutto monta le guest additions dal menu Dispositivi / Installa Guest Additions (o con la combinazione Condtrol Dx + D) apri una finestra del terminale (Applicazioni/Accessori) e digita quanto segue per poi dare Invio:
    sudo /media/cdrom/VBoxLinuxAdditions-x86.run

    Ti chiederà la password del tuo account, digitala e premi Invio.
    Aspetta qualche secondo, e vedrai riempirsi il terminale con una serie di comandi. Al termine riavvia Ubuntu e se serve cambia la risoluzione dello schermo virtuale.

    1. Alessandro ha detto:

      Allora, ho seguito tutto alla lettera, ma il risultato è un “command not found”..ho provato in tutti i modi, ma niente. Non potrebbe dipendere dal fatto che nell’archivio c’è solo l’exe??? Tant’è che stavo pensando di installare Virtual box per provare a creare una macchina digitale con quello, visto che ho trovato un po’di immagini in rete dove nella cartella delle guest additions oltre agli exe ci sono anche i .run. Dici che così potrei risolvere? O sbaglio qualcosa nella procedura che faccio??

      1. TuttoVolume ha detto:

        Si hai ragione, non ci sono quelli per Linux e mi sono dimenticato di dirtelo. Ma non c’è bisogno di installare VirtualBx, puoi scaricarli da qui: http://download.virtualbox.org/virtualbox/3.0.12/VBoxGuestAdditions_3.0.12.iso
        Si tratta di un file ISO che devi montare nei supporti virtuali cosi come hai fatto per il CD di Ubuntu (Ctrl + D, scheda Image Cd/DVD, Add e selezioni il file ISO che poi devi dire a VMLite di montare all’avvio). Una volta avviato Ubuntu vedrai l’icona di un disco sul desktop, e a quel punto basta che ripeti il comando di prima.

      2. Alessandro ha detto:

        ehi, grazie del lnk e dei consigli, ho risolto, ma con questo comando:
        sudo sh ./VBoxLinuxAdditions-x86.run
        L’ho postato così potrebbe tornare utile a qualcuno se avesse il mio stesso problema!! Grazie ancora e complimenti per il lavoro del sito! 🙂

  9. Angelus ha detto:

    “nella finestra principale di VMLite, trovi la scheda Istantanee da dove puoi scegliere da quale Screenshot avviare il sistema, ripristinare o scartare quelle che non vuoi più utilizzare”… ma dove??? Io in alto a destra nella sezione “macchina” ho trovato solo l’opzione “cattura istantanea” ma nessuna opzione relativa alla gestione delle istantanee in questione…

    1. TuttoVolume ha detto:

      La finestra principale è quella dove sono elencate le macchine virtuali installate, la prima che vedi nel post per intenderci, dove se fai caso, nell’area grande, dove sono elencati i dettagli della macchina, c’è la scheda Snapshot tra quella Details e Description.

  10. Angelus ha detto:

    OK, OK ho risolto GRAZIE 1000!! 😀

  11. simone ha detto:

    ciao vorrei chiederti un chiarimento… ho installato vmlite e ho fatto la ricerca di xpmode eseguendo tutte le operazioni elencate sopra. durante l’ultima fase di installazione di xp mode il computer si e bloccato, anche perchè c’era scritto l’azione richiede alcuni minuti ma dopo un’ora e mezza era ancora li in caricamento dati ??? avete una soluzione ?? grazie

    1. TuttoVolume ha detto:

      Se ti si blocca durante il download, riprova potrebbe essere un problema momentaneo del server. Inoltre, durante l’installazione non tenere in esecuzione nessun altro programma che potrebbe occupare risorse.

  12. […] sottolineare che XP Mode, sui calcolatori supportati, può comunque continuare ad utilizzare la Virtualizzazione Hardware dei […]

  13. […] sottolineare che XP Mode, sui calcolatori supportati, può comunque continuare ad utilizzare la Virtualizzazione Hardware dei […]

  14. […] sottolineare che XP Mode, sui calcolatori supportati, può comunque continuare ad utilizzare la Virtualizzazione Hardware dei […]

  15. Niko ha detto:

    Ciao, dopo l’installazione di VMLite non riesco più ad entrare nel PC tramite desktop remoto. Il PC risulta comunque in rete.

    L’installazione di VMLite ha forse modificato qualche impostazione ?

    1. TuttoVolume ha detto:

      Non saprei che dirti, l’unica cosa che ti consiglio di controllare è le impostazioni delle schede di rete, che in seguito all’installazione di VMLite diventano due.

Rispondi