Microsoft già teme Chrome OS, e chiedi agli utenti il parere sul sistema targato Google.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

microsoft_google_324x230 Appena ieri vi comunicai che la Microsoft ha accettato la mia candidatura per ospitare il party di lancio per Windows 7, e invitare alcuni miei amici a passare una serata in compagnia, e scoprire le novità riguardanti il nuovo sistema operativo.

Per organizzare l’evento ho dovuto creare un sito dedicato al party su House Party, che mi fornisce tutto l’occorrente per informare gli utenti e gestire gli invitati.

Starete pensando cosa c’entri tutto questo con il titolo del post, e soprattutto cosa ha a che fare il lancio di Windows 7 con Google Chrome OS. Ora ve lo spiego.

Visto che un paio di amici non rispondevano al mio invito, ho pensato di andare direttamente a casa loro, e dirgli di controllare la posta elettronica per confermare la loro presenza.

Essendo presente quando i miei amici hanno risposto all’invito, ho potuto assistere al sondaggio che Microsoft gentilmente chiede di completare.

Nel sondaggio a parte le domande di rito (età, sesso, studi e lavoro), alcune ovviamente puntavano a scoprire cosa gli utenti pensassero di Windows 7, e se fossero disposti a comprarlo.

A un certo punto è però comparso anche il sondaggio “Esprimi il tuo livello di apprezzamento per i sistemi operativi indicati qui di seguito”.

 Sondaggio Chrome

Domanda del tutto legittima, ma, come potete notare anche voi dallo screenshot, tra le opzioni di risposta previste oltre ai sistemi operativi Windows, MAC OS X e Linux, il sondaggio include anche Google Chrome OS, che come qualcuno di voi saprà, è ancora praticamente allo stato embrionale, e a parte gli sviluppatori Google, credo che nessuno abbia mai visto il sistema.

Questo dimostra che la Microsoft ha preso sul serio l’annuncio di un sistema Open Source targato Google, e che già da adesso vuole tastare il terreno e scoprire cosa ne pensano gli utenti al riguardo, anche se molto probabilmente la maggior parte di loro non è nemmeno a conoscenza dello sviluppo di Chrome OS.

Rispondi