Due soluzioni per risolvere malfunzionamenti e crash di Google Chrome causati dal Plugin Flash Player

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Chrome_crashIntegrato a partire dalla 5^ relase di Chrome, anche se ormai siamo alla 24^versione, il plugin Adobe Flash Player non è affatto immune da malfunzionamenti che portano spesso al crash del browser Web di Google.

I problemi, che si si manifestano con un messaggio che recita: Il plugin (Shockwave Flash) non risponde, sono soliti soprattutto su YouTube o altri siti che fanno largo uso del famigerato Flash Player e, nonostante nel futuro del Web non ci sarà spazio per questa tecnologia, al momento non possiamo farne a meno.

Ormai sembra chiaro che bisogna rassegnarsi e sopportare questi crash fin quando Flash Player non sarà definitivamente soppiantato dalla tecnologia HTML5. Tuttavia, possiamo almeno cercare di far in modo che accadano meno frequentemente.

Limitare i crash del plugin Flash Player in Google Chrome:

Chi non ha problemi a fare a meno dei contenuti in Flash, ha un metodo molto rapido per risolvere definitivamente il problema. In questo caso la soluzione è semplicissima e radicale: disattivare del tutto il plugin.

Per farlo è sufficiente digitare chrome://plugins nella barra di ricerca di Chrome (Invio) e cliccare sul collegamento Disabilita relativo al plugin Adobe Flash Player.

Disabilita_Flash_Player_Ggooel_Chrome

In un paio di clic avremo risolto il problema, ma, d’altro canto, dovremo rinunciare a YouTube, i giochi in Flash, diverse applicazioni Web e altri contenuti.

Alternativamente alla soluzione radicale, c’è ne una più soft capace di limitare notevolmente i crash del browser senza doversi precludere la fruibilità dei contenuti strutturati con la tecnologia Flash Player.

Impostando Chrome per caricare il plugin solo quando necessario, Flash Player non entrerà più in funzione automaticamente e, di conseguenza, eventuali malfunzionamenti si manifesteranno molto più raramente. Inoltre, quest’intervento aumenterà anche le prestazioni del browser che, alleggerito dalla pachidermica azione del plugin, caricherà le pagine in maniera più fluida.

Ecco come procedere:

Apriamo le impostazioni di Chrome digitando chrome://settings nella barra degli indirizzi (Invio), scorriamo la pagina e clicchiamo su Mostra impostazioni avanzate. Facciamo clic su Privacy/Impostazioni contenuti, scorriamo l’elenco e abilitiamo l’opzione Click to play che troviamo nella sezione Plug-in (OK).

Configurazione_Click_to_play_Goggle_chrome

D’ora in poi, quando visiteremo una pagina in cui sono presenti contenuti in Flash Player, un messaggio, presente all’interno stesso del contenuto, ci chiede se eseguire il plugin.

Click_to_play_adobe_flash_player_goggle_chrome

In entrambe i casi le soluzioni non sono comodissime, ma al momento sono le uniche possibilità che mi vengono in mente. HTML5 promette di risolvere questi e altri problemi che hanno riguardato il presente e il passato di Flash Player. Speriamo solo che non ne faccia sorgere di nuovi 😉

Rispondi