Google Goggles: la realtà aumentata anche per leggere e tradurre il testo.

Il contenuto è stato pubblicato oltre 360 giorni fa. Informazioni, collegamenti e elementi presenti nell’articolo potrebbero non essere aggiornati/raggiungibili.

Google_Goggles La realtà aumentata, è una di quelle tecnologie che in futuro avrà sempre maggiori campi d’impego, e il solo limite sarà quello della fantasia e dell’intuizione degli sviluppatori che si cimenteranno nella realizzazione di nuovi software e dispositivi.

Google, che ha visto nella realtà aumentata un mezzo per diffondere e rendere più funzionali i propri servizi, qualche tempo fa ha dato il via allo sviluppo di Google Goggles, un applicazione per Android che interfacciandosi con la fotocamera del dispositivo, è in grado di mostrare informazioni su di un oggetto inquadrato.

Google_Goggles_Realtà_Aumentata_per_Android

Ad esempio, inquadrando un monumento è possibile conoscerne il nome, avere informazioni sull’autore, la città in cui si trova, ecc… Questo senza digitare nulla sulla tastiera.

Il passo successivo per Google è quello di abilitare Google Goggles al riconoscimento dei testi, e a quanto pare, già ci riesce con ottimi risultati.

Nel video demo pubblicato su YouTube, Google ha mostrato come sia possibile tradurre un testo al volo, semplicemente puntando la fotocamere del cellulare Android sul testo.

 

Google non ha fatto altro che coniugare la tecnologia della realtà aumentata con il servizio Google Translate, e anche se per ora l’inglese e il tedesco sono le uniche lingue supportata, non passerà molto prima che siano supportate tutte le 52 lingue di Google Translate.

Google_Goggles_Google_translate

Google Goggles non è una tecnologia per un futuro remoto, in quanto è già a disposizione di tutti quelli che hanno uno smartphone Android, che non dovranno far altro che scaricarla gratuitamente dall’Android Market.

2 Comments

  1. […] dopo giorno il progresso della realtà aumentata porta allo sviluppo di nuove applicazioni, dove sembra che l’unico limite sia da attribuire alla […]

  2. […] app disponibile nell’App Store Apple, gli sviluppatori ad oggi hanno ideato un cospicuo numero di applicazioni per Android, e la cifra cresce giorno dopo […]

Rispondi